Home  >  PC Windows  >  Warcraft III  >  Recensione
Condividi su Facebook

Warcraft III

PC Windows Genere: Strategico
Distributore: Leader
Anno: 2002
Prezzo: € 54,99

  • Piattaforme PC Windows - Warcraft III Mac OS - Warcraft III 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 54,99
  • LinguaCompletamente in italiano
  • Anno 2002
  • Supporto On-LineSi
  • MultiplayerSi
  • Distributore Leader
  • Produttore Blizzard
  • Valutazione PEGI adatto a CORE-GAMERS
  • Requisiti Hardware PII 400 MHz, 128 MB RAM, CD-ROM 4x, Scheda Audio a 16 bit, Scheda Video 3D con almeno 8Mb di VRAM, 700MB di spazio libero su Hard Disk, DirectX 8.1 - Multiplayer: modem 28.8 Kbps, LAN TCP/IP.
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Warcraft III PC Windows 94
Durata durata Warcraft III PC Windows 95
Audio Warcraft III PC Windows 87
Video video Warcraft III PC Windows 95
Confezione Warcraft III PC Windows 92
TOTALE: OTTIMO  93


di Marcolino Milgat - 29/07/2002

Correva l'anno 1995 quando una piccola softwarehouse di belle speranze se ne usciva con un innovativo gioco di strategia in tempo reale e ambientazione fantasy. Si trattava di Warcraft II Tides of Darkness; il titolo oltrepassò il livello del semplice successo ed entrò in quello del mito: milioni di fan lo avevano acquistato e ci giocavano online sui server di Battle.Net (il sistema di multiplayer di casa Blizzard, finora uno dei migliori in circolazione). Dopo quel successo ne arrivarono altri altrettanto colossali: Diablo, Starcraft e Diablo II, con relative espansioni. Non è facile spiegare il perché in Blizzard riescano sempre a centrare perfettamente il bersaglio, ma, a mio avviso è dovuto essenzialmente a tre fattori: 1) una grafica stupenda e "pupazzosa", se mi passate il termine, nel senso che non sembra di avere a che fare con un videogioco, ma piuttosto con le miniature di un gioco da tavolo; 2) una trama interessante, perché si è sempre spinti dal desiderio di sapere "come va a finire"; 3) interfacce di semplice utilizzo, ma molto articolate, in modo tale che l'utente possa anche fare a meno di leggersi il manuale delle istruzioni per iniziare a giocare, ma abbia comunque un'enormità di azioni da compiere a sua disposizione. Questa complessità, ovviamente, fa sì che il titolo non stufi mai, anche perché, una volta ultimati i livelli single-player, c'è sempre la possibilità di creare nuove mappe personalizzate (con tutti i titoli sopra citati, Diablo incluso), giocare in Internet, insieme o contro altri utenti in carne e ossa, perfezionare le proprie tecniche... Ora, considerate che sono passati ben sette anni dall'uscita del primo Warcraft e considerate che Warcraft III era già in lavorazione quando Diablo II era sul punto di venir pubblicato (il che fa più o meno un totale di 3 anni di sviluppo!), considerate che ogni titolo Blizzard ha sempre riassunto in sé il meglio dei giochi precedentemente sviluppati e otterrete un prodotto molto prossimo alla perfezione. Warcraft III, infatti, rimane un bellissimo strategico di facilissimo utilizzo e di ambientazione molto più divertente rispetto a certi polpettoni storici usciti ultimamente, ma in più è stato dotato di un fantastico motore grafico 3D proprietario; in più sono stati fusi insieme elementi tipici della categoria RPG (sviluppo del personaggio, gestione dell'inventario, incremento dell'esperienza e potenziamento delle abilità...), che ricordano molto da vicino Diablo. In più, ancora, alcune missioni più propriamente di esplorazione e combattimento ci portano nel territorio degli action/adventure... insomma una varietà incredibile. Le razze - obietterà qualche purista dello strategico a tutti i costi - sono solo quattro. Vero, ma le mappe e le missioni sono talmente tante, che riuscire a capire come adattare le abilità di ogni singola razza a un terreno o a una situazione rappresenterà una sfida davvero notevole e poi sono solo quattro, ma almeno sono molto diverse tra loro. È infatti inutile avere 20 popolazioni tra cui scegliere, se poi alla fine sono tutte uguali (salvo le uniformi). Warcraft III è praticamente perfetto, non ha bisogno di stupire puntando sulla quantità. Se proprio si vuole trovare un difetto, va piuttosto cercato in alcune sbavature della localizzazione, che spesso sono davvero ridicole (es.: i manovali degli orchi sono stati chiamati "Peoni" e rispondono agli appelli del comandante dicendo "Certo certosino"!!!) e nel pessimo vezzo, tipico però del genere videoludico, di far dire qualcosa sempre e comunque ai personaggi, quando li spostate sulla mappa (perché mai un eroe dovrebbe urlare prosasticamente "Per l'onore!", o, peggio ancora, "Non occorre che ti inginocchi", se io lo sposto da un punto A a un punto B, magari solo perché mi copriva la visuale? ). Comunque, anche queste piccole sbavature non sono niente a confronto del valore del titolo, che è uno di quelli che dovrebbero assolutamente trovare posto in una collezione che si rispetti.

Pro

Grafica 3D eccellente; unisce gli aspetti positivi di Warcraft II a quelli di Diablo (nella gestione degli eroi e dei tesori). Longevità pressoché infinita, grazie al collaudatissimo Battle.Net.

Contro

Alcuni doppiaggi sono veramente ridicoli, così come pure alcune scelte lessicali per le traduzioni.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!