Home  >  Sony Playstation 2  >  WWE Smackdown! Here Comes the Pain  >  Recensione
Condividi su Facebook

WWE Smackdown! Here Comes the Pain

Sony Playstation 2 Genere: Picchiaduro
Distributore: Halifax
Anno: 2004
Prezzo: € 74,9

  • Piattaforme Sony Playstation 2 - WWE Smackdown Here Comes the Pain 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 74,9
  • Linguan.d.
  • Anno 2004
  • Supporto On-Linen.d.
  • MultiplayerSi
  • Distributore Halifax
  • Produttore Yuke's/THQ
  • Valutazione PEGI adatto a 17+
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità WWE Smackdown Here Comes the Pain Sony Playstation 2 94
Durata durata WWE Smackdown Here Comes the Pain Sony Playstation 2 95
Audio WWE Smackdown Here Comes the Pain Sony Playstation 2 92
Video video WWE Smackdown Here Comes the Pain Sony Playstation 2 96
Confezione WWE Smackdown Here Comes the Pain Sony Playstation 2 90
TOTALE: OTTIMO  93


di Donato Faretta - 10/02/2004

La saga di Smackdown continua…l'ultima fatica della THQ porta sulle nostre PS2 una nuova versione del wrestling digitale, sempre più bello e spettacolare. Il gioco gode della licenza ufficiale del circuito professionistico della WWE (ex WWF credo), il gioco offre un ottimo sistema di prese, una modalità carriera evoluta, include alcune leggende della WWF e un totale di 65 lottatori più recenti (uomini e donne). Siamo chiaramente di fronte a un titolo che ha un grande potenziale. Prima di ogni match il wrestler farà il suo ingresso nell'arena e grazie al pregevole engine grafico, assisteremo a un'ottima presentazione "televisiva", nel corso della quale un wrestler digitale, ma graficamente uguale alla sua controparte reale, farà il suo ingresso trionfale a suon di musica, circondato da un pubblico completamente in 3d. Si possono disputare match in tantissime modalità differenti: singolo, tag-team, six-man tag-team, royal rumble, survival mode e main events. Come detto poc'anzi, ci sono anche donne wrestler (molto ben tornite) e, riservata esclusivamente a loro (per fortuna!), c'è una modalità di match "Bra and Panties" (ovvero: "reggiseno e mutandine"), in cui la prima che riesce a strappare i vestiti di dosso all'avversaria vince il match, la wrestler sconfitta rimarrà con la sola biancheria intima addosso. Abbiamo inoltre un'altra modalità originale: First Blood, in cui lo scopo è far sanguinare il proprio avversario, il primo wrestler che ci riesce si aggiudica il match. Di ogni incontro, poi, si possono stabilire le regole d'ingaggio, si può settare la bravura dei wrestler e via dicendo. Sei arene piene di atmosfere sonore e splendidamente riprodotte, oggetti utilizzabili come armi improprie e ambientazioni danneggiabili. Durante i combattimenti potremo uscire dal ring e combattere anche fuori, oppure mandare il nostro avversario al di là delle corde e farlo pestare dal nostro manager, mentre noi combattiamo col suo sul ring - a volte, nella foga, può capitare di colpire l'arbitro. Ogni wrestler è perfettamente modellato ed è corredato di statistiche che influenzano le sue performance durante i combattimenti: forza, resistenza, velocità, tecnica e prese. Durante il match ogni lottatore ha un omino-indicatore del suo status, diviso per zone, torso, testa, braccia. Più una zona diventa rossa e più il lottatore è malconcio, un'ottima strategia è quella di concentrarsi sulla parte più danneggiata per aver ragione del nostro avversario. Se caricheremo l'indicatore Smackdown, potremo poi effetuare la mossa finale dei wrestler, a patto di posizionarci nel punto giusto. L'IA dell'avversario è discreta, con una buona varietà di mosse. Oltre a scontrarci in furiosi match d'esibizione, potremo affrontare una modalità carriera, di ottimo livello rispetto alla media di videogiochi analoghi, con tantissime storyline da completare. Potremo anche decidere di costruirci un nostro Wrestler virtuale e qui il programma merita davvero un plauso, perché abbiamo il pieno controllo su come apparirà su schermo il nostro wrestler: altezza, peso, capelli, occhi e morphing completo del corpo, accessori, tatuaggi, e mosse personalizzate. Graficamente il titolo è molto ben fatto, i wrestler sono carichi di poligoni e hanno delle ottime animazioni, che li rendono credibili nei movimenti, a tratti la grafica raggiunge il fotorealismo, grazie alle ottime texture del corpo. L'audio è molto buono e accompagna bene l'azione, la folla grida e partecipa, gli effetti sonori sono nella norma le musiche ottime. In conclusione: il miglior titolo di wrestling uscito quest'anno, che i fan della WWE e in generale gli amamnti dei picchiaduro e che anche a tutti gli altri potrebbe riservare ore e ore di divertimento, magari in qualche match multiplayer contro un amico.

Pro

Grafica curata. Ottima modalità carriera. Multiplayer fino in 6.

Contro

È un gioco di wrestling: con i suoi vantaggi (si possono menare le mani, senza farsi mali) e svantaggi (dopo un po' può risultare ripetitivo).

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!