Home  >  Xbox 360  >  Turok  >  Anteprima
Condividi su Facebook

Turok

Xbox 360 Titolo Originale: Turok
Genere: Sparatutto
Distributore: Halifax
Anno: 2008
Prezzo: € 69,9

  • Piattaforme Xbox 360 - Turok PC Windows - Turok Sony Playstation 3 - Turok 
  • Data di uscita 07/02/2008
  • Prezzo € 69,9
  • Linguacompletamente in italiano
  • Anno 2008
  • Supporto On-LineSi
  • MultiplayerSi
  • Distributore Halifax
  • Produttore Propaganda Games/Touchstone
  • Valutazione PEGI adatto a 18+
Share |

15/01/2008

Di solito squadra che vince non si cambia, ma se la squadra in questione inizia a perdere i colpi, i cambiamenti sono all'ordine del giorno. Dal momento che la cosa funziona anche per i videogiochi, sembra abbastanza logica la svolta presa da Turok, franchise super-consolidato, che ha passato vicende molto alterne: un tempo fu un fumetto di successo della Vailant, poi il brand e la casa editrice furono comprati da Acclaim, che nel 2004 fallì e da allora Turok è diventato proprietà Disney, che lo ha comprato in saldo.

Così, come nel disegno che illustra la presunta curva evolutiva umana (pesce, anfibio, scimmia, ominide, uomo moderno), anche Turok nel tempo è passato ad essere qualcos'altro: indigeno pre-colombiano intrappolato in una valle zeppa di dinosauri, indiano d'america in un 18esimo secolo alternativo e steam-punk e, ora, in questa sua ultima incarnazione, soldato veterano delle forze speciali "lavori sporchi" (i cosiddetti black-ops, in questo caso della fantomatica Whiskey Company), chiamato a eliminare il super-cattivo di turno, al secolo Roland Kane, uno che la Spectre di James Bond gli fa un baffo, visto e considerato che ha addirittura un pianeta tutto suo (grazie al cortese finanziamento di una perfida multinazionale, la Mendel-Gruman Corporation).

Piccolo particolare: Kane, oltre al pianeta, ha due altri fattori dalla sua parte. Il primo è costituito dal vero e proprio esercito che lo difende, un nugolo di mercenari super-addestrati, riforniti di ogni ben di Dio tecnologico; il secondo è l'ambiente stesso: il pianeta pullula letteralmente di dinosauri famelici e altre creaturine super-letali e aggressive sul tipo degli immancabili scorpioni giganti.

E siccome questo è uno sparatutto in soggettiva e non un "tattico a squadre", Turok viene diviso dai suoi commilitoni fin dall'inizio, visto che la navetta che li trasportava si schianta in territorio ostile.

Strada facendo, il nostro (super)eroe incontrerà qualche "camerata" sopravvissuto, ma anche in quel caso non potrà comandarne le azioni, anche se, chiaramente l'intelligenza artificiale lo comanderà in modo tale da favorire il giocatore.

Ovviamente, come consuetudine degli ultimi giochi di questo genere (vedi STALKER), anche in Turok c'è un vero e proprio ecosistema e i comportamenti delle varie bestiacce seguono schemi credibili dal punto di vista etologico (territorialità, modus operandi, piramide alimentare...).

La cosa che più colpisce, comunque, è che l'incredibile motore grafico del titolo è al servizio di livelli di incredibile ampiezza, dando così l'impressione di essere realmente immersi in un mondo perduto. Se poi a ciò si aggiunge il fatto che, per superare le varie insidie sono possibili diversi approcci ("spara a ogni cosa che si muove", oppure "arriva alle spalle e tagliagli la gola"), è facile comprendere come l'opinione su questo titolo, almeno nella sua modalità single-player, non possa essere altro che positiva.

Anche il multiplayer, comunque, promette di essere sfavillante, nella versione finale, vista la pletora di modalità e, soprattutto, vista l'impostazione fortemente basata sul raggiungimento degli obbiettivi (es.: conquistare il controllo di tre torri di comunicazione, all'interno di una mappa di discrete dimensioni).

Più che lecito dunque aspettarsi che Turok possa essere uno degli FPS più importanti e di maggior successo di questo inizio di 2008.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!