Home  >  Sony Playstation 2  >  Turok Evolution  >  Recensione
Condividi su Facebook

Turok Evolution

Sony Playstation 2 Genere: Sparatutto
Distributore: Halifax
Anno: 2002
Prezzo: € 64,99

  • Piattaforme Sony Playstation 2 - Turok Evolution XBox - Turok Evolution Nintendo Game Cube - Turok Evolution Gameboy Advance - Turok Evolution 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 64,99
  • Linguan.d.
  • Anno 2002
  • Supporto On-Linen.d.
  • MultiplayerSi
  • Distributore Halifax
  • Produttore Acclaim
  • Valutazione PEGI adatto a 17+
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Turok Evolution Sony Playstation 2 92
Durata durata Turok Evolution Sony Playstation 2 95
Audio Turok Evolution Sony Playstation 2 90
Video video Turok Evolution Sony Playstation 2 90
Confezione Turok Evolution Sony Playstation 2 90
TOTALE: OTTIMO  91


di Camillo Morganti - 07/10/2002

Anche se non altrettanto famoso quanto i vari Quake, Doom e Wolfenstein, Turok può a tutti gli effetti essere considerato un pezzo di storia del genere sparatutto in soggettiva.
Il primo episodio della serie, "Turok Dinosaur Hunter" uscì nel 1997, quando le console di nuova generazione erano ancora di là da venire, ed ebbe un successo più che lusinghiero, accompagnato tra l'altro, da un notevole rilancio del fumetto cui si ispirava.
In quell'occasione veniva spiegato che Turok, in realtà, non è un nome proprio, ma il nome di una carica sacerdotale che veniva passata, di padre in figlio, ai primogeniti della famiglia Fireseed, appartenente alla popolazione pellerossa dei Saquin. Nella lingua Saquin Turok significa figlio della pietra e ogni Turok ha il compito di proteggere il nostro mondo dagli assalti della popolazione delle Terre Perdute, una sorta di dimensione parallela, che rappresenta la sentina dell'universo, vive una specie di non-tempo e raccoglie in sé una popolazione di pericolosissimi alieni che convivono insieme ad altrettanto pericolosi dinosauri.
Nel primo episodio Turok doveva sventare un'invasione del perfido Mietitore, recuperano le parti di un mitico artefatto: il Cronoscettro. Successivamente uscirono altri due episodi, denominati rispettivamente "Turok 2: Seeds of Evil" (la cui trama era scritta da Fabian Nicieza, soggettista della Marvel Comics e autore, tra l'altro, di diverse storie dell'Uomo Ragno) e "Turok 3: Shadow of Oblivion", nei quali il nostro eroe se la doveva vedere con altri due orridi mostri: Primagen e Oblivion, ognuno risvegliato dalla morte del predecessore (Primagen da quella del Mietitore e Oblivion da quella di Primagen).
Evolution rompe un po' la continuità cronologia, nel senso che è un prequel e narra gli avvenimenti che hanno dato origine alla serie, anche se, di fatto, l'azione è sempre la stessa: si tratta di sparare a dinosauri e alieni, stando attenti a non farsi divorare o crivellare di proiettili dagli avversari.
Rispetto ai capitoli precedenti la grafica è stata notevolmente migliorata (anche perché le console hanno fatto passi da giganti, rispetto ai tempi del Nintendo 64) e così pure l'intelligenza artificiale dei nemici, che ora si nasconderanno quando voi sparate e tenteranno quasi sempre di prendervi alle spalle o di circondarvi. Notevole anche il fatto che, quando riuscirete a disarmare un avversario, questo scapperà a nascondersi e piagnucolerà, chiedendovi pietà.
Le ambientazioni sono cambiate anch'esse e - a seconda dei casi - possono costituire un utile alleato (fornendovi ripari, nascondigli, o dandovi qualche vantaggio tattico), o un avversario veramente ostico (come nei quadri in cui viaggerete sul dorso di uno pterodattilo); il risultato è che il vostro atteggiamento sarà molto condizionato dal tipo di terreno su cui vi troverete a combattere.
Notevole anche l'arsenale a disposizione, anche se non tanto dal punto di vista quantitativo (le armi, in verità, sono meno che nelle versioni precenti), quanto dal punto di vista qualitativo; su tutte vi segnaliamo due chicche: le frecce avvelenate e il disgregatore gravitazionale.
Dal punto di vista della giocabilità siamo senza dubbio su altissimi livelli: i comandi sono comodi e il titolo risulta coinvolgente e veloce; l'unico difetto lo abbiamo riscontrato nell'aspetto grafico della versione PS2, decisamente inferiore rispetto a quello per Xbox e Game Cube sotto tutti i punti di vista: texture, framerate e dettaglio.

Pro

Ottima intelligenza artificiale e grandissima interattività con l'ambiente di gioco. Buona longevità. Presenza del multiplayer.

Contro

Nella versione per PS2 la grafica non è esente da qualche sbavatura, sia a livello di gestione delle texture, che a livello di framerate.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!