Home  >  PC Windows  >  The Elder Scrolls III - Morrowind  >  Recensione
Condividi su Facebook

The Elder Scrolls III - Morrowind

PC Windows Genere: RPG
Distributore: Ubisoft
Anno: 2002
Prezzo: € 48,58

  • Piattaforme PC Windows - The Elder Scrolls III Morrowind XBox - The Elder Scrolls III Morrowind 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 48,58
  • Linguan.d.
  • Anno 2002
  • Supporto On-Linen.d.
  • Multiplayern.d.
  • Distributore Ubisoft
  • Produttore Bethesda Software
  • Valutazione PEGI adatto a TUTTI
  • Requisiti Hardware Pentium III 500 MHz; 256 MB di RAM; 1 GB di spazio libero su Hard Disk; scheda grafica Nvidia GeForce2, o ATI Radeon, o Matrox G400 con almeno 32 MB di VRam; Scheda Audio compatibile DirectX 8.1; lettore CD-Rom 8X
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità The Elder Scrolls III Morrowind PC Windows 87
Durata durata The Elder Scrolls III Morrowind PC Windows 95
Audio The Elder Scrolls III Morrowind PC Windows 89
Video video The Elder Scrolls III Morrowind PC Windows 95
Confezione The Elder Scrolls III Morrowind PC Windows 97
TOTALE: OTTIMO  93


di Camillo Morganti - 09/07/2002

Non è facile descrivere un titolo come Morrowind, perché qualsiasi definizione rischia di essere un po'riduttiva; giocandolo comunque, il primo genere videoludico che mi è venuto in mente è quello dei MMORPG, cioè dei giochi di ruolo concepiti per partite multiplayer in rete, di migliaia di utenti contemporaneamente collegati. Il che in effetti è strano, perché Morrowind è un titolo che prevede solo la modalità single-player, ma i personaggi che ne popolano il mondo, pur controllati dal computer, sono talmente tanti e talmente ricchi di informazioni, che quando si gioca si ha l'impressione di essere immersi in una vera e propria realtà virtuale. Un altro aspetto che avvicina Morrowind ai MMORPG, poi, è la possibilità di fare qualunque scelta, anche diversa da quelle che gli sviluppatori hanno concepito come facenti parte della trama principale. Praticamente tutti (o quasi) i personaggi non giocanti avranno missioni e sotto-missioni da affidarvi e una tirerà l'altra, come le ciliegie; non riuscirete mai a vedere tutto il mondo di gioco e a seguire tutte le "carriere" possibili (mago, guerriero, ladro, crociato, buono, malvagio, neutrale, arruolato o indipendente...), se non dopo molte partite e diverse centinaia di ore di gioco. Questo anche perché una singola carriera può essere caratterizzata da diverse abilità (un ladro può essere agile, saper aprire porte, nascondersi nell'ombra, diventare invisibile... un guerriero può prediligere le asce, le armi a punta, le spade lunghe, quelle corte, le armature pesanti o quelle leggere...) e, ovviamente, è impossibile svilupparle tutte, anche perché il sistema di gestione delle stesse prevede che una capacità si sviluppi pagando qualcuno, leggendo dei libri, o - soprattutto - praticandola: per esempio più usate una spada e più abili diventerete nel maneggiarla. Tra l'altro quella delle abilità non è la prima scelta che sarete chiamati a compiere nel corso del gioco: all'inizio siete infatti dei prigionieri, rei di non si sa bene cosa, e venite liberati per grazia dell'imperatore; lasciati dalle guardie nel porticciolo di Seyda Neen, vi verrà subito chiesto di dichiarare la vostra provenienza, vale a dire di scegliere la vostra razza. Come avrete modo di vedere, già questa prima scelta sarà particolarmente impegnativa: le razze a disposizione sono infatti 10 e la scelta non è affatto indifferente, perché condizionerà in modo decisivo lo sviluppo delle vostre abilità. Da quel momento in avanti, come nella vita reale, sarà tutto un susseguirsi di scelte (carriera, segno zodiacale, indole...) e di esami (o, meglio, di "prove"). La storia non tarderà a svilupparsi a seconda del percorso che intraprenderete: potrete scegliere di associarvi a qualche gilda (dei lottatori, dei maghi, o dei ladri, per esempio) e svolgere gli incarichi che i membri più anziani vorranno affidarvi, oppure andarvene semplicemente alla ventura in giro per il mondo di Morrowind, che è veramente sconfinato. I difetti sono pochi e risiedono soprattutto nelle richieste hardware (elevate, soprattutto per quanto riguarda la scheda grafica) e nel fatto che il gioco non è stato né tradotto, né doppiato; altri, invece, come i dialoghi che partono in ritardo e alcune sbavature grafche riscontrati, potrebbero essere attribuibili ai limiti del sistema su cui ho giocato. I combattimenti saranno molto frustranti, finché non raggiungerete il livello minimo per affrontare le prime missioni, ma fortunatamente non c'è il respawn dei nemici; all'inizio vi consigliamo quindi di evitare lo scontro fisico diretto e di rifarvi piuttosto alle abilità di elusione e agilità. In conclusione: Morrowind è un ottimo titolo, che tra l'altro viene venduto in una bellissima confezione, con editor e mappa acclusi, e farà sicuramente la gioia di tutti gli amanti degli RPG e di tutti coloro che che stiano cercando un titolo che li intrattenga di più di qualche ora.

Pro

Ottimi effetti di luce; ambientazioni esaltanti; gameplay praticamente infinito; notevole lavoro da parte degli scriptwriter, che hanno creato da zero un intero mondo, con relativi usi, costumi e tradizioni. Fantastico l'editor incluso.

Contro

Difficoltà di gestione della grafica con alcune schede non esplicitamente supportate; tempi di caricamento lunghi; non è stato tradotto né doppiato; i dialoghi partono in ritardo; la gestione dei menu non è proprio impeccabile.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!