Home  >  Xbox 360  >  Terminator Salvation: The Videogame  >  Recensione
Condividi su Facebook

Terminator Salvation: The Videogame

Xbox 360 Titolo Originale: Terminator Salvation: The Videogame
Genere: Tattico Operativo Sparatutto
Distributore: Warner Bros Interactive
Anno: 2009
Prezzo: € 64,9

  • Piattaforme Xbox 360 - Terminator Salvation The Videogame Sony Playstation 3 - Terminator Salvation The Videogame PC Windows - Terminator Salvation The Videogame 
  • Data di uscita 22/05/2009
  • Prezzo € 64,9
  • LinguaParlato e sottotitoli in inglese
  • Anno 2009
  • Supporto On-LineSi
  • MultiplayerSi
  • Distributore Warner Bros Interactive
  • Produttore Grin/Evolved Games
  • Valutazione PEGI adatto a 16+
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Terminator Salvation The Videogame Xbox 360 90
Durata durata Terminator Salvation The Videogame Xbox 360 80
Audio Terminator Salvation The Videogame Xbox 360 75
Video video Terminator Salvation The Videogame Xbox 360 92
Confezione Terminator Salvation The Videogame Xbox 360 75
TOTALE: DISCRETO  82


di Camillo Morganti - 24/06/2009

Secondo una ben nota teoria, tranne rarissime eccezioni, sarebbe bene che i film di successo non avessero seguiti; nel film Scream 3 c'è un divertentissimo dialogo (notevolmente autoironico) in proposito. In campo videoludico la regola non vale, perché di solito i seguiti sono, se non migliori, quanto meno più curati dal punto di vista tecnico/grafico. La questione è già più controversa, invece, per i titoli ispirati a un franchise cinematografico. In questo campo si è visto ormai quasi tutto e, normalmente, il peso del franchise schiaccia la bontà del prodotto videoludico finale. Se poi il film è già oggetto di critiche da parte dei fan si parte decisamente con un doppio handicap...

Invece Terminator Salvation riesce comunque a farsi apprezzare, come onesto sparatutto dotato di una buona grafica (il motore è una versione modificata dell'Havok engine) e di un multiplayer cooperativo ben realizzato, anche se manca il multiplayer online, cosa che, su Xbox 360, è una mancanza non banale.

Narrativamente questo gioco serve da prequel al film omonimo e ci presenta un John Connor non ancora a capo della resistenza umana contro gli automi guidati dall'intelligenza artificiale SkyNet.

Il gameplay è identico a quello di Gears of War ed è basato sull'esigenza, da parte del protagonista, di trovare copertura e riparo dai proiettili avversari. Come in Gears of War ci sono inoltre sequenze in cui il protagonista si troverà a a bordo di un qualche automezzo, a maneggiare un'arma pesante (normalmente una mitragliatrice tipo Browning). Se possibile, queste sequenze saranno qui ancora più frequenti.

Tra le accuse infondate al titolo, che troverete in giro qua e là per la rete, c'è quella della presunta brevità; per smontarla bastano i numeri: 9 missioni suddivise a loro volta in diversi sotto-missioni, per un totale di 26 livelli di gioco. Calcolate che, senza contare i filmati di intermezzo, un livello di gioco dura in media tra i 7 e 10 minuti, se non si sbaglia mai e non si effattua nessuna deviazione, ma normalmente, dopo i livelli iniziali, vi capiterà di morire almeno un paio di volte nel bel mezzo dell'azione, portando così la durata, per un utente mediamente esperto, a una ventina di ore di gioco. Un casual gamer può invece impiegare il doppio del tempo. Quindi sul fronte durata non saremo su livelli eccelsi, ma sicuramente non stiamo parlando di un gioco che finisce subito.

È invece assolutamente vero che questo titolo soffre di una generale mancanza di varietà del gameplay: ci sono solo 4 tipi di nemici (i fastidiosi aerostati, gli aracnoidi T-7-T e due diverse varianti di T-600) e anche l'arsenale a disposizione del nostro eroe è discretamente limitato e molto tradizionale. Inoltre l'azione ricadrà sempre sotto le due tipologie: "vai dal punto a al punto B", oppure "resisti X minuti all'assalto dei nemici".

In generale il livello di difficoltà non è proibitivo, ma non illudetevi di poter passare da un livello all'altro senza di tanto in tanto dover ripetere un quadro almeno una mezza dozzina di volte: spesso infatti i nemici vi prenderanno alle spalle, oppure si combineranno in modo tale da obbligarvi a fare scelte comunque sia dolorose (es.: ignorare gli aerostati ed essere sommersi da un mare di fuoco leggero, oppure ignorare i T-600 e venire crivellati nel giro di qualche secondo?).

Nel complesso quindi si tratta di un titolo onesto, che sicuramente piacerà ai fan del franchise Terminator, soprattutto perché rivela particolari della storia inediti. Si spera, però che - visto che anche in questo caso è prevista una trilogia - i prossimi episodi siano rifiniti un po' meglio e possano offrire una maggiore varietà di gameplay (inserendo qualche enigma ambientale, per esempio, o qualche missione di scorta e recupero e prevedendo percorsi non lineari) e, soprattutto, il multiplayer online (almeno nelle modalità deathmatch e capture the flag, con possibilità di scegliere tra le fazioni umani/Skynet).

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!