Home  >  XBox  >  Silent Hill 2 - Inner Fears  >  Recensione
Condividi su Facebook

Silent Hill 2 - Inner Fears

XBox Genere: Survival Horror
Distributore: Halifax
Anno: 2002
Prezzo: € 64,99

  • Piattaforme XBox - Silent Hill 2 Inner Fears 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 64,99
  • Linguan.d.
  • Anno 2002
  • Supporto On-Linen.d.
  • Multiplayern.d.
  • Distributore Halifax
  • Produttore Konami
  • Valutazione PEGI adatto a MAGGIORENNI
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Silent Hill 2 Inner Fears XBox 92
Durata durata Silent Hill 2 Inner Fears XBox 92
Audio Silent Hill 2 Inner Fears XBox 95
Video video Silent Hill 2 Inner Fears XBox 92
Confezione Silent Hill 2 Inner Fears XBox 90
TOTALE: OTTIMO  92


di Camillo Morganti - 15/10/2002

James Sunderland, un giovanotto biondo intorno alla trentina, di nazionalità non ben specificata (anche se il suo nome fa pensare a un inglese o a un americano e lui indossa una giacca verde militare, con ricamata sopra una bandierina tedesca) riceve un giorno una lettera misteriosa che lo invita a recarsi nella cittadina di Silent Hill ("la collina silenziosa").
La lettera in questione è stata apparentemente scritta dalla moglie Mary, la quale però risulta defunta da quasi tre anni. La volontà di scoprire cosa si celi dietro quella sinistra missiva, che tuttavia allude a particolari che potevano essere noti solo a lui e alla consorte, così come pure una folle speranza di ritrovare Mary ancora in vita, spingono James a imbarcarsi in un'avventura che, fin dalle prime battute assume connotati grotteschi e inquietanti al tempo stesso.
Anzitutto Silent Hill è una città fantasma, in tutti i sensi, sia perché è completamente disabitata, sia perché è piena di orribili mostri deformi e di gente ammazzata; unica possibile eccezione: un gruppuscolo di personaggi che però sembrano ancora più folli dell'ambiente circostante. Secondariamente, a Silent Hill non si vede un accidente di nulla: gli ambienti esterni, infatti, sono avvolti in una nebbia fittissima, mentre gli interni delle rare abitazioni che non siano impermeabilmente sprangate, sono bui che più bui non si può, dal momento che qualcuno si è premurato di sprangare tutte le finestre e di rompere quasi tutte le lampadine.
In questo luogo assurdo, James comincia tuttavia a raccogliere una serie di indizi sparsi, che lo portano pian piano a scoprire sconvolgenti verità sulla cittadina, su sé stesso e sulla sorte toccata alla moglie…
Questa, in soldoni, la trama di questo bellissimo survival horror d'atmosfera che, dopo aver esordito su Playstation 2, arriva, a un anno di distanza, anche sull'Xbox. Konami ha però voluto premiare la pazienza dei possessori della console di casa Microsoft non limitandosi a fare un semplice porting, ma aggiungendo le seguenti migliorie: 1) un capitolo aggiuntivo, "Born from a wish", molto corto in verità, ma comunque interessante, nel quale si può impersonare Maria, l'inquietante figura femminile che James incontra a un certo punto delle sue avventure e che somiglia come una goccia d'acqua alla sua defunta moglie; 2) l'audio in 5:1, riveduto e corretto; 3) l'effetto volumetrico aggiunto alla nebbia, che la rende ora molto più realistica; 4) effetti di luce e atmosferici calcolati in tempo reale dal processore grafico dell'Xbox, anch'essi più realistici; 5) possibilità di togliere l'effetto "noise" dalle sequenze animate, anche se è un'opzione che va sbloccata risolvendo il gioco almeno una volta.
Per il resto si tratta esattamente dello stesso prodotto, con gli stessi (cinque) finali alternativi, gli stessi mostri, gli stessi enigmi, la stessa gestione delle inquadrature e via dicendo. Quindi, dovendo decidere se comperare il titolo o meno, l'unica discriminante significativa è costituita dal fatto di averlo già giocato. Se infatti non si possiedono altre console oltre alla Xbox e non si sa nulla della collina silenziosa, è un gioco da non lasicarsi sfuggire (sempre che siate maggiorenni, perché, come avrete capito e come si può vedere dalle immagini allegate, il titolo NON è assolutamente adatto ai minorenni). Se invece possedete già la versione PS2, allora valutate bene: le innovazioni sopra esposte, infatti, non valgono da sole il prezzo della nuova copia, anche perché il nuovo capitolo del gioco può essere risolto nel giro di un paio d'ore anche dai giocatori più imbranati e inesperti. Se infine siete indecisi se acquistare la versione Xbox o quella PS2, dal momento che possedete entrambe le macchine, ma non avete acquistato il gioco appena uscito, allora prendete la copia per la console Microsoft, che è sicuramente migliore.

Pro

Un capitolo aggiuntivo; audio in 5:1; effetti volumetrici per la nebbia; possibilità di togliere gli effetti "noise" dalle sequenze animate; effetti di luce finalmente credibili.

Contro

All'E3 del 2001 la versione per Xbox era stata presentata come già pronta; perché un anno di ritardo rispetto all'uscita per PS2? È ovvio che se qualcuno possiede entrambe le console avrà già comperato la prima versione e non prenderà questa.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!