Home  >  XBox  >  Shenmue II  >  Recensione
Condividi su Facebook

Shenmue II

XBox Genere: Adventure
Distributore: Microsoft
Anno: 2003
Prezzo: € 64,9

  • Piattaforme XBox - Shenmue II 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 64,9
  • Linguan.d.
  • Anno 2003
  • Supporto On-Linen.d.
  • Multiplayern.d.
  • Distributore Microsoft
  • Produttore Sega
  • Valutazione PEGI adatto a TUTTI
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Shenmue II XBox 93
Durata durata Shenmue II XBox 95
Audio Shenmue II XBox 85
Video video Shenmue II XBox 87
Confezione Shenmue II XBox 98
TOTALE: OTTIMO  92


di Marcolino Milgat - 02/07/2003

Shenmue è stato considerato per anni uno dei punti più alti della produzione Dreamcast e, forse, di tutta la produzione Sega in generale. Il perché è presto detto: una grafica dettagliatissima per gli standard del tempo (se si pensa che allora la rivale era la Playstation One), un mondo di gioco sconfinato, realizzato con cura maniacale per i particolari, una formula di gioco innovativa, che prevedeva la fusione di avventura punta e clicca con il genere action/adventure alla "Tomb Raider". Un titolo, insomma, che sapeva garantire diverse ore di gioco raccontando una bella storia. Proprio per non perdere questo continuum narrativo - visto che Shenmue II è chiaramente la prosecuzione del suo predecessore e visto che, nel frattempo, la piattaforma è cambiata da Dreamcast a Xbox - nella confezione è stato aggiunto un DVD che racconta, concentrandola, la prima storia, illustrando anche alcuni degli elementi più caratteristici, come ad esempio la possibilità di collezionare miniature. In questo modo anche chi non conosca la storia potrà recuperare il terreno perduto e apprendere come e perché il protagonista, ovvero Ryo Hazuki, sia partito dal Giappone alla volta di Hong Kong per rintracciare gli assassini del padre. Rispetto al primo Shenmue i comandi, molto intuitivi, sono rimasti immutati: gli stick analogici servono a muoversi, il pulsante direzionale serve ad aggiustare la telecamera, mentre i tasti consentono di esguire le azioni indicate dall'apposita interfaccia contestuale, sempre presente sullo schermo. Tutto molto semplice e intuitivo; anche l'azione è meno cervellotica rispetto al primo episodio e dalla gente che affolla le strade si riceveranno molti più aiuti e indicazioni. Utile anche il fatto che in apposite locazioni si possano acquistare della mappe tascabili; una volta entrate in nostro possesso, sullo schermo apparirà una mini-mappa con la nostra posizione e direzione. Il che ci porta al problema economico: a differenza che nel primo capitolo, infatti, Ryo è ora lontano dal proprio paese natio e per questo motivo non riceverà alcuna diaria: inizia la partita con un quantitativo più che discreto di soldi, ma presto si farà fregare tutto da tre truffatori e a quel punto dovrà darsi da fare per guadagnare di che mantenersi, accettando incarichi lavorativi, scommettendo, vincendo sfide e commerciando in pupazzetti (le miniature di cui sopra). Il gioco funziona a "quest" classiche: ogni volta che Ryo scopre qualcosa o raggiunge un obbiettivo intermedio, segna tutto sul suo diario, attivando nuove missioni, ma l'andamento di queste ultime è assolutamente non lineare, nel senso che il giocatore non è in alcun modo obbligato a risolvere le varie "quest" in sequenza, avendo invece la possibilità di bighellonare in giro per la città e perdendo liberamente tempo con le decine e decine di personaggi non giocanti che la popolano. Ovviamente ci sono anche fasi di combattimento, dal momento che Hong Kong è una città pericolosa e che Ryo è - dopo tutto - il figlio di un fu maestro di arti marziali; anche in questo caso vale la regola che più si pratica e più si diviene abili e in questo senso i minigiochi accessibili nelle varie parti della città rappresentano un'ottima scuola. In conclusione: Shenmue II è un ottimo titolo, soprattutto per gli amanti delle avventure, che abbiano voglia di "perdersi" dentro un mondo virtuale, esplorandolo a poco a poco; è lungo, quindi richiede molta pazienza (ma in compenso vale la spesa più di altri titoli) e anche se graficamente risulta un po' datato (texture e modelli 3D sembrano più o meno gli stessi della versione Dreamcast) il coinvolgimento che garantisce è totale.

Pro

Grande durata, decine i personaggi non giocanti e i minigiochi proposti; trama coinvolgente; interfaccia semplice da padroneggiare.

Contro

Il parlato è in inglese (incluso il DVD con i filmati del primo Shenmue); la grafica è rimasta sostanzialmente quella della versione Dreamcast.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!