Home  >  PC Windows  >  ShellShock 'Nam 67  >  Anteprima
Condividi su Facebook

ShellShock 'Nam 67

PC Windows Genere: Sparatutto
Distributore: Halifax
Anno: 2004
Prezzo: € 59,9

  • Piattaforme PC Windows - ShellShock Nam 67 Sony Playstation 2 - ShellShock Nam 67 XBox - ShellShock Nam 67 
  • Data di uscita 24/09/2004
  • Prezzo € 59,9
  • Linguan.d
  • Anno 2004
  • Supporto On-Linen.d.
  • Multiplayern.d.
  • Distributore Halifax
  • Produttore Guerrilla/Eidos
  • Valutazione PEGI adatto a 17+
  • Requisiti Hardware Non disponibile al momento
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità ShellShock Nam 67 PC Windows 92
Durata durata ShellShock Nam 67 PC Windows 91
Audio ShellShock Nam 67 PC Windows 94
Video video ShellShock Nam 67 PC Windows 93
Confezione ShellShock Nam 67 PC Windows 87
TOTALE: OTTIMO  91

03/08/2004

A giudicare dalla mole dei titoli usciti, si direbbe che la guerra del Vietnam stia vivendo una seconda giovinezza videoludica, seconda solamente ai titoli ispirati alla seconda guerra mondiale. Il nuovo gioco che ci catapulterà nelle giungle del Vietnam è Shellshock 'nam 67, il gioco si presenta come uno sparatutto con la visuale in terza persona. L'approccio di questo titolo al conflitto è all'insegna del realismo, oltre alle atrocità commesse in quell'angolo del mondo il giocatore si troverà immerso in un atmosfera surreale dove è in gioco la vita del suo soldato virtuale, lo sforzo fatto dai programmatori si avverte durante le partite e riesce in parte a creare qualcosa di nuovo. Appena reclutato, affronteremo un breve tutorial, giunti in Vietnam, tutti gli ideali e le cause per cui vale la pena morire svaniscono, nel buio della giungla c'è un nemico ben addestrato, in agguato pronto a ucciderci, l'unica cosa che conta è sopravvivere. Spero di avervi reso bene l'idea che sta alla base di questo interessante gioco. Il gioco ha una serie di missioni, in cui saremo a caccia di vietcong, se riusciremo a sopravvivere abbastanza, impareremo l'arte della guerriglia, e da recluta inesperta scaleremo i ranghi fino ad entrare nei Black Ops e compieremo missioni sempre più difficili, come ad esempio l'assassinio di un generale nord-vietnamita. Durante i livelli, non basta camminare e sparare, dobbiamo fare attenzione al territorio disseminato di trappole, o essere pronti a contrattaccare una feroce imboscata di "Charlie". Il gioco non ha alcun tipo di censura, credo che sia la prima volta che accade in un videogioco sulla guerra del Vietnam, preparatevi quindi ad assistere a teste impalate, soldati americani agonizzanti o civili presi di mira dal napalm. Come detto il gioco vuole ricreare la guerra del Vietnam, ovviamente sempre in ambito videoludico, questo si traduce in una cura per tutte le uniformi e le armi del gioco, l'ambiente che ci circonda e l'intelligenza artificiale. Le armi come nella realtà tendono a partire verso l'alto, se spariamo raffiche prolungate, quindi sarà più conveniente sparare brevi raffiche per avere una maggiore precisione, l'I.A. è imprevedibile come il risultato degli scontri, non basta ripararsi dietro a un cespuglio, bisogna agire utilizzando vere tattiche di guerriglia, i soldati una volta feriti oltre a sanguinare continueranno a cercare di colpirvi. Inoltre potremo chiamare il supporto dell'artiglieria o gli aerei per sganciare bombe al napalm, il gioco prevede il rischio del fuoco amico o la morte dei nostri commilitoni per un errore del fuoco di bombardamento. I livelli del gioco sono lunghi e molto vari tra loro, giungla, tunnel sotterranei, villaggi, risaie, larghe paludi, spiagge e scontri urbani. Capiterà anche di affrontare donne entrate nella milizia, e dovremo stare attenti a non uccidere civili innocenti che si troveranno nello stesso teatro delle nostre operazioni insieme ai viet-cong. Oltre al supporto del fuoco di sbarramento potremo avvalerci del supporto degli elicotteri, e utilizzare ogni arma che troveremo sul campo di battaglia. La grafica svolge un buon lavoro, il frame rate fa il suo dovere e l'aspetto dei soldati e dell'ambiente è soddisfacente. Oltre alle urle e al fuoco di armi e bombe il gioco si avvale di una grande colonna sonora presa da musiche dell'epoca, vari artisti più o meno famosi: Percy Sledge, Sonny and Cher, Roy Orbison, The Monkees, The Small Faces, John Lee Hooker e THe Troggs, insomma la stessa musica che nel 1967 veniva trasmessa dalle radio americane e ascoltata dalle truppe.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!