Home  >  Sony Playstation 2  >  Rygar - The legendary adventure  >  Recensione
Condividi su Facebook

Rygar - The legendary adventure

Sony Playstation 2 Genere: Action Adventure
Distributore: Wanadoo
Anno: 2003
Prezzo: € 59,9

  • Piattaforme Sony Playstation 2 - Rygar The legendary adventure 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 59,9
  • Linguan.d.
  • Anno 2003
  • Supporto On-Linen.d.
  • Multiplayern.d.
  • Distributore Wanadoo
  • Produttore Tecmo
  • Valutazione PEGI adatto a TUTTI
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Rygar The legendary adventure Sony Playstation 2 95
Durata durata Rygar The legendary adventure Sony Playstation 2 95
Audio Rygar The legendary adventure Sony Playstation 2 95
Video video Rygar The legendary adventure Sony Playstation 2 93
Confezione Rygar The legendary adventure Sony Playstation 2 90
TOTALE: OTTIMO  94


di Camillo Morganti - 05/06/2003

A mio parere c'è solo un'azienda giapponese che sappia contrastare il dominio di Capcom e Konami nel settore degli action/adventure: la Tecmo. Questa piccola softwarehouse nipponica produce pochi titoli, ma sono tutti delle vere gemme e non mancano mai di stupire il pubblico. Tralasciando per un momento i prodotti che hanno fatto la fortuna dell'azienda (principalmente le serie Dead or Alive e Monster Rancher), l'anno scorso questa casa di produzione ha lasciato di sasso il mercato con il fantastico survival horror Project Zero, che ha cambiato un po' le regole del genere e di cui presto uscirà un seguito. Per chi non avesse avuto la fortuna di provarlo, diciamo soltanto che si tratta di una storia di fantasmi che fa veramente paura e che ricorda vagamente il film The Ring (se non avete visto neanche il film, rimediate subito!).
Adesso, in attesa di Ninja Gaiden (altro action/adventure di cui avremo modo di parlare molto in futuro), Tecmo ci serve un ghiotto "antipasto" con lo splendido Rygar, titolo che ricade in quella sorta di genere a sé che potremmo definire survival action/adventure e di cui Onimusha della Capcom è stato fortunato capostipite. In pratica si tratta di un genere misto: un po' picchiaduro, un po' survival horror (quanto ad atmosfere), un po' adventure (perché ricco di puzzle) e un po' gioco di ruolo (perché il personaggio evolve acquisendo punti esperienza, che poi possono essere investiti in potenziamenti vari).
Come nel caso di Onimusha (e di Devil May Cry), anche in Rygar la trama è un pretesto: serve più che altro a presentare l'eroe, che è senza macchia e senza paura, ovviamente, l'ambientazione e i cattivi di turno. Comunque siamo nell'antica Grecia, un'antica Grecia alla giapponese, che nulla ha a che vedere con quella studiata sui banchi di scuola (nemmeno dal punto di vista mitologico), tuttavia bisogna dire che la riuscita finale non è affatto spiacevole.
Rygar, dicevamo, è un eroe e ha un problema: la sua isola e la sua principessa, sono finite nelle mani dei perfidi Titani, creature mitiche molto potenti, tanto che già una volta avevano cercato di contrastare il dominio dei numi olimpici; sconfitti, sono tornati sulla terra in cerca di vendetta. Rygar, ovviamente, non ci sta, si arma di uno scudo magico (c'è sempre qualche arma magica di mezzo, no?), donato dagli dei e chiamato Diskarmor e parte a testa bassa.
Il meccanismo di gioco, per chi ha provato Onimusha, risulterà immediato e familiare: esistono tre tipi di scudi, che il nostro eroe raccoglierà strada facendo, e ognuno di essi ha caratteristiche e usi diversi. Il primo che si incontra è quello dell'Ade, governato, chiaramente, dall'elemento fuoco; il secondo è lo scudo olimpico (definito impropriamente "paradisiaco"), governato dall'elemento elettricità (ricordate i fulmini di Zeus?); il terzo è lo scudo posidonio, o "marino", governato - chiramente - dall'elemento acqua. Tutti e tre questi scudi possono essere potenziati, con i punti raccolti lungo il cammino (che vengono lasciati da nemici morti, o da elementi del paesaggio distrutti) e tutti e tre aprono determinati tipi di sigilli del colore corrispondente. Rispetto a Onimusha, la particolarità è che per ognuno di questi diskarmor saranno disponibili anche delle evocazioni: Cerbero per l'Ade, Taros per lo scudo olimpico e la Sirena per quello posidonio. Il ricorso a queste creature sarà necessario per affrontare i boss di fine livello, che di norma sono parecchio agguerriti.
Per quel che riguarda gli altri aspetti del titolo, grafica e audio sono di grande qualità (l'audio, soprattutto, è degno della colonna sonora di un film) e quanto a longevità siamo sui livelli dei già citati capolavori di Capcom: alcuni puzzle vi impegneranno discretamente e alcuni boss vi daranno parecchio filo da torcere, senza contare la solita miriade di bonus e di livelli segreti. Insomma: se vi piace il genere non lasciatevelo sfuggire!

Pro

Grande atmosfera, ottima grafica, storia coinvolgente, colonna sonora degna di un film, meccanismo di gioco ormai ampiamente collaudato e familiare anche agli utenti meno esperti.

Contro

Le inquadrature a camera fissa e il fatto che i fondali siano pre-renderizzati, ma sono difetti comuni a tutti i giochi di questo genere.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!