Home  >  Sony Playstation 3  >  Resistance 2  >  Recensione
Condividi su Facebook

Resistance 2

Sony Playstation 3 Titolo Originale: Resistance 2
Genere: Sparatutto
Distributore: SCEI
Anno: 2008
Prezzo: € 69,9

  • Piattaforme Sony Playstation 3 - Resistance 2 
  • Data di uscita 28/11/2008
  • Prezzo € 69,9
  • LinguaCompletamente in italiano
  • Anno 2008
  • Supporto On-LineSi
  • MultiplayerSi
  • Distributore SCEI
  • Produttore Insomniac Games/SCEE
  • Valutazione PEGI adatto a 18+
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Resistance 2 Sony Playstation 3 98
Durata durata Resistance 2 Sony Playstation 3 95
Audio Resistance 2 Sony Playstation 3 98
Video video Resistance 2 Sony Playstation 3 98
Confezione Resistance 2 Sony Playstation 3 90
TOTALE: IMPERDIBILE  96


di Camillo Morganti - 26/11/2008

A mio avviso Resistance 2 è il miglior sparatutto finora mai realizzato con la terza edizione dell'Unreal Engine. Punto.

So già cosa starete pensando: Gears of War 2 è basato sullo stesso motore grafico/fisico e sta vendendo molto di più, per non parlare dei vari Bioshock, Brothers in Arms (l'ultimo capitolo) e Rainbow Six, tutti prodotti eccellenti e al di là di ogni possibile discussione.

Tutto vero, ma, a mio avviso, il fatto che quei giochi siano eccezionali serve piuttosto a dimostrare, se mai ce ne fosse bisogno, che l'Unreal Engine è il miglior motore grafico/fisico in circolazione (con buona pace dei rivali id Tech Engine 4 e Source Engine).

Con l'unica possibile eccezione di Bioshock, infatti, gli altri sparatutto citati o appartengono a un genere tutto sommato di nicchia (il tattico/operativo, cioè quella categoria di sparatutto in cui si deve controllare una squadra), o hanno la loro forza proprio nella grafica (Gears of War 2) e nel realismo dei conflitti a fuoco.

Ma Gears of War 2, purtroppo, si perde via in alcuni livelli veramente ostici (quelli che prevedono l'interazione con veicoli ed elementi dello scenario) e poco organici allo sviluppo dell'azione. Detto in soldoni: sparare dalla torretta di un veicolo gigantesco potrà anche essere divertente, ma quanto può divertire il dover ripetere cinquanta volte lo stesso livello, solo perché non si è sparato con tempismo perfetto a una serie di oggetti che transitano sullo schermo alla velocità della luce e con traiettorie francamente inopinabili? Non vedo molte mani alzate.

Resistance 2, invece, ha lo stesso grip sul giocatore di Bioshock, quanto a volontà di scoprire "come va a finire la storia", ma in più è contraddistinto da un'azione molto più serrata e angosciante. Ci sono livelli, come quello iniziale, in cui vi sembrerà di essere stati infilati in un film di John Carpenter, soli, in un ambiente ostile (una base sottomarina sotto attacco, con falle da tutte le parti) e con nemici che sbucano da tutte le parti, alcuni dei quali, invincibili e quindi da evitare a tutti i costi.

E in più non potete fidarvi nemmeno di voi stessi, perché il vostro alter-ego, il sergente (qui promosso a tenente) Nathan Hale è stato egli stesso infettato dal virus russo responsabile della creazione dei Chimera e entro 18 ore dall'inizio del gioco è possibile che muoia o si trasformi in un mostro.

Come già detto, la grafica non si discute, si può semmai parlare di qualità dei modelli (lo stile degli artisti che li hanno disegnati può piacere più o meno di quelli che hanno progettato i giochi ricordati all'inizio), ma il livello di fotorealismo è qualcosa che manda in soffitta Half-Life 2 (carissimi Valve, non potete più sedere sugli allori...).

Gli altri elementi di spicco del single-player di Resistance 2 sono: la quantità di armi disponibile (tutte dotate di due diverse modalità di fuoco), le battaglie con i boss di fine livello (che definire "colossali" è fin riduttivo) e il livello di difficoltà, che anche ai settaggi più bassi risulta comunque impegnativo, ma in ogni caso mai frustrante.

Ce ne sarebbe di che tenervi impegnati per un bel po' anche se il gioco non prevedesse un'opzione multiplayer, ma, per di più, il multiplayer c'è ed è, anche questa volta, uno dei migliori mai visti (almeno parlando della Playstation 3).

In versione cooperativa, possono giocare fino a un massimo di 8 giocatori, che, dopo aver scelto una delle tre classi disponibili, devono superare un'orda via l'altra di soldati Chimera, portando a termine una serie di obbiettivi casuali. La cosa bella è che, strada facendo, si guadagnano punti per migliorare le proprie abilità e il proprio arsenale.

In versione competitiva, invece, i giocatori che possono partecipare sono un massimo di 60 (!) e vengono divisi a squadre; qui le modalità sono quelle classiche (Death Match, Team Death Match e Core Control, una sorta di "Cattura la bandiera") e l'azione è molto più frenetica.

Pro

Grafica suntuosa, storia avvincente, ottima varietà di ambientazioni, nemici e armamenti. Battaglie in multiplayer grandiose con un massimo di 60 giocatori (in modalità competitiva).

Contro

Il livello di difficoltà è impegnativo anche al livello più facile.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!