Home  >  XBox  >  Mortal Kombat Deception  >  Recensione
Condividi su Facebook

Mortal Kombat Deception

XBox Genere: Picchiaduro
Distributore: Leader
Anno: 2004
Prezzo: € 59,99

  • Piattaforme XBox - Mortal Kombat Deception Sony Playstation 2 - Mortal Kombat Deception 
  • Data di uscita 19/11/2004
  • Prezzo € 59,99
  • LinguaManuale, menu e sottotitoli in italiano
  • Anno 2004
  • Supporto On-LineSi
  • MultiplayerSi
  • Distributore Leader
  • Produttore Midway
  • Valutazione PEGI adatto a 14+
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Mortal Kombat Deception XBox 90
Durata durata Mortal Kombat Deception XBox 92
Audio Mortal Kombat Deception XBox 90
Video video Mortal Kombat Deception XBox 95
Confezione Mortal Kombat Deception XBox 90
TOTALE: OTTIMO  91


di Marcolino Milgat - 12/11/2004

Alcuni videogiochi sono come il vino: invecchiando migliorano, Mortal Kombat è senz'altro uno di quei videogiochi. La sua nuova edizione, sottotitolata "Deception", è praticamente una cornucopia per i fan della serie e per i fan dei picchiaduro in generale. La modalità classica, quella articolata in una serie di duelli con avversari diversi, fino a giungere allo spettacolare scontro finale con il big boss, vede introdotte una serie di novità di notevole peso. La principale è costituita dalle arene, che ora sono multilivello (come in Bloody Roar e Dead or Alive, per intenderci) e altamente interattive, dove interattive non significa soltanto che gli elementi in essa contenuti sono distruttibili, ma anche che possono contribuire all'eliminazione fisica dell'avversario. Ci sono per esempio vasche d'acido o di lava bollente, o, ancora, precipizi e macchine tritatrici, in cui far finire allegramente il nemico, terminando così l'incontro prematuramente. Disseminate per i vari piani delle arene, inoltre, ci sono armi letali, in grado di infliggere danni molto pesanti (mazze, martelli, asce…) e, ancora, ci sono elementi di disturbo da poter utilizzare a proprio vantaggio, come per esempio dei cadaveri che penzolano dal soffitto e che, se scalciati, possonono cominciare a dondolare offrendo riparo dai colpi dell'opponente. Insomma, lo scontro sembra più che mai reale ed è anche più "tattico"; sono presenti, ovviamente, le mosse finali, ovverosia le famigerate "fatality" e, per la prima volta, per evitare l'umiliazione di subirne una, ci si può anche suicidare, infliggendosi una self-fatality. La modalità principale, già bellissima, non è però l'unico fiore all'occhiello di questo titolo, che annovera altre due modalità rompicapo molto divertenti, come "Puzzle Kombat" e "Chess Kombat" e una specie di action/adventure, la modalità "Konquest". Quest'ultima è indispensabile per migliorare la propria teccnica, dal momento che consente di esercitarsi su alcune mosse specifiche, e - soprattutto - permette di raccogliere delle chiavi, che servono a sbloccare nuovi personaggi e nuovi bonus nella modalità principale. Le particolarità di Konquest sono due: anzitutto il fatto che l'azione si svolge in terza persona all'interno di ambienti totalmente esplorabili e zeppi di personaggi non giocanti, secondariamente il fatto che un timer nell'angolo in alto a destra, consenta di tener traccia del tempo che scorre. Questo fattore, poi, influisce sia sull'età del protagonista di questa modalità (Shujinko), sia sulle quest raggiungibili, visto che alcune sono temporizzate e accadono solo in un momento e in un luogo ben precisi. Ciò tra l'altro vuol dire che, se volete sbloccare tutto, sarete costretti a giocare e rigiocare la modalità Conquest numerose volte. Ad ogni buon conto già la prima volta che riuscirete a ultimarla sbloccherete Shujinko nel roster dei personaggi accessibili. Puzzle Kombat è, in pratica, una riedizione del celebre "puzzle fighter", ovvero una sorta di Tetris, o di Puyo Puyo, in cui però i due personaggi che si confrontano (che poi sono gli stessi della modalità principale, ridotti in caricatura) disponogono di mosse speciali, difensive e offensive; le prime puntano a ripulire la propria porzione di schermo dai blocchi precipitati, la seconda punta a riempire invece quella dell'avversario. Chess Kombat non è invece, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, una semplice rivisitazione del gioco degli scacchi, ma è piuttosto una versione strategica della modalità principale. Chiude il quadro, come detto, la possibilità di giocare online, sia su PS2, che su Xbox, sfidando così i migliori giocatori sparsi in giro per il mondo. Quello che colpisce di questa opzione è la velocità e la fludità: sembra di giocare in locale.

Pro

In pratica si tratta di quattro giochi in uno; presenza del multiplayer online; numerosi nuovi personaggi; arene interattive.

Contro

Nessuno degno di nota.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!