Home  >  XBox  >  Men of Valor: The Vietnam War  >  Recensione
Condividi su Facebook

Men of Valor: The Vietnam War

XBox Genere: Sparatutto
Distributore: Vivendi
Anno: 2004
Prezzo: € 59,9

  • Piattaforme XBox - Men of Valor The Vietnam War PC Windows - Men of Valor The Vietnam War 
  • Data di uscita 05/11/2004
  • Prezzo € 59,9
  • LinguaInglese
  • Anno 2004
  • Supporto On-LineSi
  • MultiplayerSi
  • Distributore Vivendi
  • Produttore 2015
  • Valutazione PEGI adatto a 14+
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Men of Valor The Vietnam War XBox 80
Durata durata Men of Valor The Vietnam War XBox 85
Audio Men of Valor The Vietnam War XBox 80
Video video Men of Valor The Vietnam War XBox 82
Confezione Men of Valor The Vietnam War XBox 75
TOTALE: DISCRETO  80


di Camillo Morganti - 25/11/2004

La guerra del Vietnam è senz'altro il conflitto più popolare e famigerato del 20esimo secolo; ancora oggi, a quarant'anni di distanza dalla sua conclusione, è divenuto il simbolo di tutte le guerre iniziate male (cioè senza il supporto dell'opinione pubblica) e finite peggio. Adesso lo sparatutto in soggettiva Men of Honor dà ai giocatori la possibilità di riviverne le tormentate vicende in prima persona, calandoli nei panni di un marine americano che partecipa a tutte le fasi del conflitto: dalle prime offensive alla battaglia di Tet, per un totale di una dozzina di livelli (in grado di garantire qualche ora di gioco ciascuno, anche agli utenti più smaliziati) soltanto in single-player (c'è poi anche una corposa sezione multiplayer). Il soldato in questione si chiama Dean Shepard ed è tutto tranne che un esaltato guerrafondaio: non somiglia John Rambo - anche perché è di colore e non è un ranger - e la sua unica preoccupazione è riportare a casa la pellaccia - questo ad ogni modo non significa che il nostro non sia a sua volta un eroe. La sua vicenda personale viene narrata attraverso degli intermezzi in cui scrive lettere a casa, cercando di minimizzare le situazioni in cui si trova per non far preoccupare i genitori. Ad un certo punto le sue vicende si complicheranno ulteriormente, quando al fronte arriverà anche il fratello Jamie, il quale, sopraffatto dallo stress della battaglia, si attirerà le inimicizie dei suoi commilitoni, dando così un'ulteriore fonte di preoccupazione al povero Dean. La storia dei due fratelli costituisce in effetti un collante narrativo originale ed è sufficiente anche da sola a coinvolgere il giocatore. Gli scenari sono stati ricostruiti con grande fedeltà alle vicende storiche e grande attenzione per i particolari, a volte verrebbe da fermarsi per esplorarli, se non fosse che questa spensieratezza porterebbe quasi sicuramente a una fine prematura; all'effetto d'insieme contribuisce non poco l'audio in dolby surround, ben realizzato, anche se gli effetti delle armi non sempre sono verosimili. Ingegnoso anche il sistema di controllo della salute: non basta infatti raccogliere una cassetta dei medicinali per ripristinare la propria integrità fisica, bisogna anche appartarsi a fasciarsi le ferite, altrimenti si muore dissanguati. La cosa non è ancora del tutto verosimile, ma contribuisce senz'altro molto di più a dare realismo all'azione rispetto al classico sistema degli sparatutto. L'intelligenza artificiale è nella media di buon livello, anche se irrita il fatto che i compagni spesso non siano all'altezza dei nemici, che invece qualche volta sembrano poter vedere addirittura attraverso i muri. Visto che il gioco sfrutta il motore grafico di Unreal Tournament 2004, esiste naturalmente una modalità multiplayer, con 16 differenti scenari (non si vive di solo deathmatch!), in cui si può ricoprire il ruolo di Vietcong o di americani e giocare con altri tre compagni di squadra, in modalità cooperativa, attraverso LAN, Internet o, nel caso della Xbox, su Xbox Live!

Pro

Ottima grafica delle ambientazioni e degli effetti speciali (esplosioni, etc.); audio di eccellente qualità (anche se gli effetti sonori delle armi non sono impeccabili); livelli variegati; trama avvincente; multiplayer divertente e ben strutturato.

Contro

Manca il doppiaggio in italiano; l'intelligenza artificiale (specie dei compagni) a volte non convince; non è possibile salvare liberamente.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!