Home  >  Sony Playstation 2  >  Jade Cocoon 2  >  Recensione
Condividi su Facebook

Jade Cocoon 2

Sony Playstation 2 Genere: RPG
Distributore: Ubi Soft
Anno: 2002
Prezzo: Ç 62,48

  • Piattaforme Sony Playstation 2 - Jade Cocoon 2 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo Ç 62,48
  • Linguan.d.
  • Anno 2002
  • Supporto On-Linen.d.
  • Multiplayern.d.
  • Distributore Ubi Soft
  • Produttore Ubi Soft
  • Valutazione PEGI adatto a RAGAZZI
Share |
I nostri voti:
GiocabilitÓ giocabilitÓ Jade Cocoon 2 Sony Playstation 2 89
Durata durata Jade Cocoon 2 Sony Playstation 2 95
Audio Jade Cocoon 2 Sony Playstation 2 90
Video video Jade Cocoon 2 Sony Playstation 2 97
Confezione Jade Cocoon 2 Sony Playstation 2 95
TOTALE: OTTIMO  93


di Marcolino Milgat - 09/01/2003

Jade Cocoon II Ŕ un gioco di ruolo sui generis, studiato per essere una via di mezzo tra Final Fantasy (di cui possiede complessitÓ di trama e struttura evolutiva dei personaggi) e PokÚmon (che richiama per via dei mostriciattoli da far crescere ed evolvere). Anzi, a ben vedere sarebbe pi¨ corretto dire che anche i PokÚmon non sarebbero esistiti senza il colossale successo che, a metÓ degli anni '90 conobbero altri mostriciattoli nipponici che rispondevano al nome di Tamagochi e che causarono il delirio di enormi massi di adolescenti su tutto il globo terracqueo. Per rimanere al mondo videoludico, invece, non va dimenticato un titolo come Monster Rancher, colossale successo in Giappone, un po' meno popolare qui da noi, in cui il giocatore Ŕ chiamato ad allevare una schiera di ripugnanti creature e a farle crescere in potenza e cattiveria per poi farle scontrare con quelle cresciute dal computer o da altri concorrenti.
In Jade Cocoon 2 il "mostricoltore" protagonista del titolo Ŕ un giovane adolescente di nome Kahu, che aspira a diventare un provetto Cocoon Master, alla lettera, un "maestro del bozzolo", con riferimento all'involucro (uova) che contiene le creature da allevare.
Questi esseri sono definiti "Divine Creatures", ossia "Creature Divine" e fanno capo ai quattro elementi fondamentali (terra, aria, acqua e fuoco), ovviamente ogni elemento fornisce poteri differenti e - altrettanto ovviamente - esistono degli ibridi che posseggono caratteristiche miste; un cocoon master, tra l'altro, pu˛ a sua volta fondere due creature diverse in una nuova con poteri inediti.
Come in PokÚmon, le creature sono sia un oggetto del desiderio, visto che l'obiettivo Ŕ catturarle, curarle e farle crescere, sia un'arma, dal momento che sono anche il mezzo con cui si effettuano i combattimenti.
La storia Ŕ molto ben congegnata e - unitamente al sistema tattico di combattimento - costituisce l'anello di congiunzione principale con il capolavoro della Squaresoft (stiamo parlando di Final Fantasy, ovviamente). Della trama non vi sveliamo molto, per non rovinarvi sorprese e colpi di scena, diciamo soltanto che il giovane Kahu, partito per conquistare il mondo dei mostri (o delle creature divine, se preferite) si troverÓ ad affrontare un pericoloso viaggio attraverso le foreste dei quattro elementi, per eliminare un nemico che si cela nel suo stesso animo.
Il sistema di combattimento, invece, obbligherÓ i giocatori a riflettere sulle formazioni e sui poteri delle singole creature, dal momento che esistono mostri "difensivi" (elementi della terra e dell'acqua) e mostri "offensivi" (elementi del fuoco e dell'aria), a mano a mano che il gioco procede, Kahu potrÓ gestire un numero sempre crescente di creature ed elaborare formazioni assolutamente competitive.
Il meccanismo, comunque Ŕ semplice e molto graduale e - prima di passare di livello - obbliga il giocatore a superare dei combattimenti di addestramento.
La grafica Ŕ splendida, sia negli intermezzi, realizzati in un favoloso Cel Shading, sia nelle animazioni in tempo reale che caratterizzano il gioco vero e proprio; l'unico neo, invece, riguarda la localizzazione, che Ŕ inesistente, il che vuol dire che nulla Ŕ stato tradotto: nÚ i menu di gioco, nÚ le didascalie, nÚ tanto meno il doppiaggio; per fortuna Ŕ tutto in inglese, ma - naturalmente - nonostante l'idioma anglosassone sia sicuramente meno incomprensibile di quello nipponico, la cosa non mancherÓ di creare difficoltÓ a chi non mastichi bene le lingue.
A conti fatti, comunque, Jade Cocoon Ŕ un gioco veramente bello, che si adatta a pi¨ fasce d'etÓ (dai 14 anni in su) e che risulta fin da subito molto coinvolgente. Provare per credere!

Pro

Grande grafica, giocabilitÓ immediata e coinvolgente; meccanismo dei duelli originale, che costringe il giocatore a effettuare anche delle scelte tattiche. Lo adoreranno tutti i fan di Final Fantasy e di PokÚmon.

Contro

Non Ŕ doppiato in italiano e nemmeno sottotitolato, il che pu˛ renderlo un po' ostico a chi non mastica bene l'idioma inglese. Nelle fasi iniziali ci sono molte spiegazioni che interrompono un po' l'azione.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!