Home  >  Nintendo Game Cube  >  Il Signore degli Anelli: La Terza Era  >  Anteprima
Condividi su Facebook

Il Signore degli Anelli: La Terza Era

Nintendo Game Cube Genere: Action RPG
Distributore: Electronic Arts Italia
Anno: 2004
Prezzo: € 62,9

  • Piattaforme Nintendo Game Cube - Il Signore degli Anelli La Terza Era Sony Playstation 2 - Il Signore degli Anelli La Terza Era XBox - Il Signore degli Anelli La Terza Era 
  • Data di uscita 04/11/2004
  • Prezzo € 62,9
  • Linguan.d.
  • Anno 2004
  • Supporto On-Linen.d.
  • Multiplayern.d.
  • Distributore Electronic Arts Italia
  • Produttore EA Games
  • Valutazione PEGI adatto a TUTTI
Share |

25/08/2004

I fan sono in generale persone difficili da accontentare; quelli del Signore degli Anelli, poi - almeno stando a quello che dicono gli sviluppatori della Electronic Arts - sono tra i più esigenti sulla faccia della terra; tuttavia un colosso come l'azienda di Redmond non può tener conto delle esigenze di milioni di acquirenti sparsi in tutto il mondo e così, dopo una lunga attesa, ecco arrivare il gioco che mancava: un "turn based action RPG", basato sulla popolare saga fantasy ideata da Tolkien e di recente riproposta in chiave cinematografica dal regista neozelandese Peter Jackson. Le richieste base del pubblico erano tre: l'introduzione di elementi RPG, la possibilità di impersonare Gandalf, la possibilità di guidare anche i personaggi cattivi (soprattutto gli Uruk-hai). Ebbene: ora tutte e tre queste richieste sono state esaudite. Il gioco è a tutti gli effetti un RPG, con classi di personaggi diverse, in possesso di abilità diverse (circa una settantina i rami sviluppabili) e con la possibilità di infinite varianti di equipaggiamento; Gandalf è - in alcune scene, come quella dello scontro con il Ballrog - un personaggio del gruppo controllato dal giocatore e sono stati inseriti una serie di mini-giochi in cui ci si può mettere dalla parte di troll, orchetti e abomini vari. Gli sviluppatori hanno prestato grande attenzione alla trama, inoltre, che NON è quella narrata dal film (e dal libro): i personaggi sono secondari, ma comunque tutti presenti nella storia di Tolkien, hanno una missione diversa e parallela a quella dei protagonisti principali (inzialmente rintracciare lo scomparso Boromir), ma le loro vicende a volte si intrecciano (come nel caso del già citato scontro con il Ballrog, nelle miniere di Moria). La cosa è molto interessante, perché dà la possibilità di rivisitare le locazioni del film (le mappe sono state ricavate da materiali originali forniti dalla New Line Cinema), da un punto di vista differente, che sicuramente i fan sapranno apprezzare. Il sistema di combattimento è incredibilmente simile a quello della serie Final Fantasy, cui - per loro stessa ammissione - gli sviluppatori si sono liberamente ispirati, ma del resto il produttore esecutivo del gioco proviene dalla Squre Enix, perciò la cosa non sorprende più di tanto; nel gioco non esiste l'elemento magico, tuttavia i personaggi sono ugualmente in grado di evocare poteri che derivano dalla loro stessa natura: per esempio gli elfi sono associati alla sfera elementale dell'acqua e possiedono capacità curative, mentre i guerrieri di Minas Tirith sono in grado di produrre urla di guerra che aumentano a dismisura determinate statistiche di combattimento. Tutte queste evocazioni sono accompagnate da bellissime sequenze animate e a tal proposito va detto che la grafica è sicuramente uno dei punti di forza del titolo: essendoci meno personaggi su schermo rispetto a prima, il motore grafico può gestire un livello di dettaglio nettamente superiore; gli effetti di fuoco (stupendo il Ballrog!) sono poi in assoluto i più realistici che si siano mai veduti in un videogioco. Tutte le scene di intermezzo, poi, sono calcolate in tempo reale, in modo da presentare i personaggi esattamente come il giocatore li ha equipaggiati in quel momento. L'audio è in linea con questo altissimo livello qualitativo: i doppiatori sono tutti attori professionisti, già coinvolti nella produzione cinematografica, e per i loro movimenti è stato approntato quello che in EA hanno ribattezzato "performance capture", ovvero un motion capture esteso per un intera ripresa. Va segnalato infine che sono numerosissimi i bonus da sbloccare, guadagnabili risolvendo le quest secondarie presenti in tutti i livelli (quasi una trentina); longevità media stimata: 35 ore solo per completare le quest principali, quasi il doppio nel caso vogliate vedere e sbloccare tutto.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!