Home  >  XBox  >  Hitman: Contracts  >  Recensione
Condividi su Facebook

Hitman: Contracts

XBox Genere: Action Adventure
Distributore: Halifax
Anno: 2004
Prezzo: € 59,99

  • Piattaforme XBox - Hitman Contracts Sony Playstation 2 - Hitman Contracts PC Windows - Hitman Contracts 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 59,99
  • Linguan.d.
  • Anno 2004
  • Supporto On-Linen.d.
  • Multiplayern.d.
  • Distributore Halifax
  • Produttore Eidos
  • Valutazione PEGI adatto a 17+
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Hitman Contracts XBox 95
Durata durata Hitman Contracts XBox 89
Audio Hitman Contracts XBox 90
Video video Hitman Contracts XBox 90
Confezione Hitman Contracts XBox 90
TOTALE: OTTIMO  91


di Marcolino Milgat - 15/05/2004

Nonostante sia il terzo capitolo della serie, Hitman: Contracts si colloca narrativamente nell'intervallo tra il primo e il secondo episodio, tant'è che inizia dove il primo Hitman finiva, cioè nel laboratorio/manicomio dello scienziato che aveva creato l'agente 47. Questo di per sé basta a togliere parecchio pathos alla vicenda, dal momento che tutti i capitoli (una dozzina circa) di questa avventura sono narrati in retrospettiva, con dei flashback che riproducono i ricordi del protagonista, agonizzante a causa di una brutta ferita. Il meccanismo della rivisitazione del passato, però, è funzionale dal punto di vista tecnico, visto che impedisce al giocatore di stupirsi di fronte alla riproposizione di livelli già visti nei precedenti capitoli della saga. Né il fatto che siano state recuperate vecchie ambientazioni deve far storcere il naso, dal momento che i miglioramenti apportati al gioco sono comunque notevoli (specie dal punto di vista grafico) e che nella vita non si può avere tutto; visti i ritmi a cui oggigiorno lavorano le softwarehouse, anzi, il livello qualitativo di Contracts è sorprendente: ottime le texture e i giochi di luci, molto ampi i livelli di gioco (pieni, tra l'altro, di passaggi segreti) e innumerevoli gli approcci con cui è possibile risolvere i singoli incarichi (leggi: uccisioni). Le uniche sbavature possono essere individuate in qualche animazione, talvolta non proprio impeccabile (il protagonista ogni tanto sembra camminare per aria) e nella monotonia delle condizioni atmosferiche (pioggia, neve o buio), che incidono sull'umore anche in condizioni di realtà virtuale (e forse tornano comode per ridurre il numero degli oggetti visibili su schermo). L'audio è nel complesso nella media, pur non brillando per originalità. I comandi sono stati rivisti in modo da rendere il personaggio più reattivo e funzionano a dovere. Il mutamento più significativo, invece, riguarda il gameplay, che ora, con la sola possibile eccezione del livello di gioco "difficile", consente - ove il giocatore lo voglia - un approccio da Rambo. Questo rende senz'altro le cose più facili, ma toglie anche un pizzico di sale ai livelli; rimane tuttavia intatta (ed è anche più divertente) la possibilità di sfruttare travestimenti e "gadget", o armi imporvvisate, che ha caratterizzato i precedenti capitoli della serie. Non muta di una virgola, invece, l'ambientazione, che rende il titolo inadatto ai giovanissimi, data la scabrosità di parecchi situazioni - uccisioni e fiumi di sangue a parte, c'è perfino un livello ambientato nel corso di un party sado-maso. Nel complesso, comunque, si tratta di un discreto action/adventure, studiato per un pubblico adulto, in cerca di emozioni forti.

Pro

Ottime le texture e il design dei livelli e - in generale - notevole l'impatto visivo. Possibilità di affrontare le sfide proposte dal titolo secondo approcci diversi.

Contro

Per il tenore dei contenuti non è adatto ai giovanissimi. Alcune animazioni talvolta "difettose" (il protagonista sembra camminare per aria, ogni tanto); i livelli per lo più riciclati. Minore importanza dell'elemento stealth e dei puzzle.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!