Home  >  Xbox 360  >  Guitar Hero World Tour  >  Anteprima
Condividi su Facebook

Guitar Hero World Tour

Xbox 360 Titolo Originale: Guitar Hero World Tour
Genere: Rythm Game Simulazione Musicale
Distributore: Activision
Anno: 2008

  • Piattaforme Xbox 360 - Guitar Hero World Tour Sony Playstation 2 - Guitar Hero World Tour Sony Playstation 3 - Guitar Hero World Tour Nintendo Wii - Guitar Hero World Tour 
  • Data di uscita autunno 2008
  • Prezzo n.d.
  • Linguacompletamente in italiano
  • Anno 2008
  • Supporto On-LineSi
  • MultiplayerSi
  • Distributore Activision
  • Produttore RedOctane
  • Valutazione PEGI n.d.
Share |

24/06/2008

Guitar Hero World Tour arriverà nell'autunno del 2008 e già si annuncia un revival della musica elettronica. Già, perché questa volta in Activision hanno voluto fare le cose alla grandissima, aggiungendo, oltre ai consueti supporti per chitarra e basso, con possibilità di suonare anche in gruppo, il supporto per la batteria, con una vera e propria drum-machine acquistabile separatamente e - dulcis in fondo - il supporto per la voce, con un sistema di "pitch indicator", non troppo dissimile da quello già visto nei titoli della serie Singstar.

Il fatto è che tanta grazia non poteva non essere accompagnata anche da nuove modalità, come uno studio di registrazione per uploadare la propria musica e, naturalmente, una nuova modalità "create-a-song".

Facile quindi immaginare la già nutrita schiera di utenti Guitar Hero riversarsi a valanga sui server Activision, per scambiarsi basi musicali auto-create.

Per altro tutte le novità sopra esposte non devono far dimenticare che il titolo si chiama pur sempre "Guitar Hero" e quindi i chitarristi in questa edizione hanno a disposizione nuovi e fantastici upgrade: anzitutto la nuova chitarra è wireless; poi è stata ingrandita la strum-bar, per rendere più semplice l'esecuzione dei brani e così pure la whammy-bar, ora più comoda. Ma va segnalato che sono ora possibili anche tecniche come il palm-muting e lo slide, grazie ad un apposito touch-pool.

Come se non bastasse, nella sezione "create-a-song", i musicisti (a questo punto non possiamo definirli altrimenti) potranno scegliere la scala con cui cimentarsi: ne esistono diversi tipi (tra cui le immancabili blues e pentatonica), ma sono state per il momento escluse le scale modali (quindi repertori alla Steve Vai, John Petrucci e Joe Satriani sono per il momento difficili da riprdurre).

Tra le numerose eccitanti possibilità che la modalità multiplayer offre, da segnalare il fatto che si possa fare talent-scouting online, per includere un particolare strumentista all'interno della propria band.

In tutto questo la consueta e gigantesca mole di canzoni su licenza ufficiale, le ampie possibilità di personalizzazione dei propri alter-ego (l'editor è lo stesso della serie Tony Hawk) e il fatto che il single-player preveda una modalità carriera per ogni singolo strumento, sembrano quasi passare in secondo piano. In realtà è facile capire come la longevità di questo titolo sia diventata a questo punto virtualmente infinita.

Difetti? Apparentemente nessuno, ma ci permettiamo comunque di fare una piccola osservazione: gestire questo gioco ad alti livelli sta diventando molto impegnativo, soprattutto a livello di tempo speso per esercitarsi. Non è che, considerato tutto, tornerebbe più conto a dedicare lo stesso tempo e lo stesso impegno per imparare a suonare uno strumento musicale? Ai posteri l'ardua sentenza...

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!