Home  >  XBox  >  Far Cry Instincts  >  Anteprima
Condividi su Facebook

Far Cry Instincts

XBox Genere: Sparatutto
Distributore: Ubisoft
Anno: 2005
Prezzo: € 59,9

  • Piattaforme XBox - Far Cry Instincts 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 59,9
  • LinguaInglese, sottotitoli in italiano
  • Anno 2005
  • Supporto On-LineSi
  • MultiplayerSi
  • Distributore Ubisoft
  • Produttore Crytek
  • Valutazione PEGI adatto a TUTTI
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Far Cry Instincts XBox 90
Durata durata Far Cry Instincts XBox 95
Audio Far Cry Instincts XBox 85
Video video Far Cry Instincts XBox 98
Confezione Far Cry Instincts XBox 90
TOTALE: OTTIMO  92

23/09/2005

C'è da scommettere (ed è una scommessa a colpo sicuro), che, quando Far Cry Instincts vedrà gli scaffali dei negozi, andrà a ruba. Il perché è presto detto: anzitutto lo sparatutto in soggettiva è uno dei generi più gettonati tra quelli per console, secondariamente Far Cry è stato un brand di successo già nel recente passato, su PC, poi c'è da considerare il fattore grafica, dal momento che si tratta di uno dei titoli visivamente più belli e impressionanti, tra quelli in commercio e, infine, il che non guasta, è, in sé e per sé, un gran gioco, divertente, coinvolgente e difficile al punto giusto. Ubisoft e Crytek, infatti sono riusciti in un piccolo miracolo, superando (abbondantemente) i già elevati standard della versione PC: Far Cry Instincts non è un semplice porting, è un gioco interamente nuovo, liberamente ispirato al predecessore. Le differenze sono evidenti fin dalla partenza: quella che nel gioco PC era un'introduzione filmica, durante la quale l'utente non poteva interagire (il protagonista Jack Carver arrivava a stento sulla spiaggia, dopo che la sua imbarcazione era stata distrutta da un gruppo di pirati, che gli rapivano la cliente), su Xbox è diventa una sequenza giocata di apertura, che funge sì da tutorial, ma nella quale si corre ugualmente il rischio di lasciarci le penne. La storia è sempre quella: il giocatore assume i ruoli di un ex soldato di ventura dal passato misterioso, ritiratosi su un'isola tropicale a fare da guida turistica. Un giorno gli capita di scorrazzare in giro una bella turista con la sua barca, ma viene assalito e quasi ucciso; dopo essere riuscito a salvarsi miracolosamente, scopre di essere l'unico sopravvissuto dell'atollo tropicale, ormai finito sotto il controllo dei banditi, e quindi sta a lui recuperare la sua cliente. Jack si dà da fare e, a poco a poco, scopre un complotto che coinvolge orribili esperimenti genetici e un nugolo di mostri veramente inquietanti. La variante introdotta dalla versione Xbox alla trama sopra esposta è che anche Jack verrà trasformato in uno di quei mostri, acquisendo così una serie di poteri sovrannaturali (nel vero senso della parola): super-forza, super-olfatto, super-attacchi e super-vista, caratteristiche tutte organizzate in una sorta di albero delle abilità, per cui a un certo punto si avranno anche commistioni con il genere RPG. Se il single player è stato organizzato in modo egregio, gli altri due grossi plus del titolo sono rappresentati dall'editor di mappe e dal multiplayer. Se l'editor di mappe stupisce per la sua semplicità (interfaccia punta e clicca e stile "WYSIWYG", ovvero: "ciò che vedi, è ciò che ottieni"), contro le indicibili complicazioni dell'omologo per PC (che aveva un'interfaccia a dir poco criptica e astrusa), il multiplayer, pur restando nell'alveo dei classici del genere (deathmatch, cattura la bandiera, split-screen e compagnia bella), riadatta felicemente all'atmosfera inquietante del titolo le modalità multigiocatore. Ecco quindi che la bandiera è rappresentata da un campione di sostanze biologiche contaminate, che i vari componenti della squadra possono anche lanciarsi tra di loro, mentre nel deathmatch c'è una variante in cui una delle due squadre è dotata di super-poteri, mentre l'altra rimane semplicemente umana. La cosa in assoluto più sbalorditiva del titolo, comunque, rimane il suo fantascientifico motore grafico, finora una delle cose migliori viste su Xbox e su console in generale. un titolo praticamente perfetto, a conti fatti, con l'unico difetto del sistema di salvataggio e della mancata localizzazione del parlato, che comunque può vantare il voice-over del divo hollywoodiano Stephen Dorff. Per la seconda di queste due cose, comunque, è possibile che qualcosa cambi con la versione definitiva.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!