Home  >  Sony Playstation 2  >  Dynastic Tactics 2  >  Recensione
Condividi su Facebook

Dynastic Tactics 2

Sony Playstation 2 Genere: Strategico
Distributore: Halifax
Anno: 2004
Prezzo: € 64,9

  • Piattaforme Sony Playstation 2 - Dynastic Tactics 2 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 64,9
  • Linguan.d.
  • Anno 2004
  • Supporto On-Linen.d.
  • MultiplayerSi
  • Distributore Halifax
  • Produttore Koei
  • Valutazione PEGI adatto a TUTTI
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Dynastic Tactics 2 Sony Playstation 2 95
Durata durata Dynastic Tactics 2 Sony Playstation 2 98
Audio Dynastic Tactics 2 Sony Playstation 2 90
Video video Dynastic Tactics 2 Sony Playstation 2 90
Confezione Dynastic Tactics 2 Sony Playstation 2 90
TOTALE: OTTIMO  93


di Piero Morandi - 27/04/2004

La Koei, softwarehouse giapponese, si ripropone sul mercato con il secondo capitolo dello spin-off del suo titolo strategico più famoso, quel Dynasty Warriors (giunto ormai alla quarta edizione) che ha fatto milioni di proseliti in tutto il mondo e da cui Dynasty Tactics trae il background storico e mitologico. Il gioco, infatti, prende le mosse da La Storia dei Tre Regni, un poema epico che narra le gesta di tre condottieri: Liu Bei, Cao Cao e Sun Ce, eredi di tre diverse dinastie in lotta per il dominio sul Celeste Impero, dopo la caduta degli Han. Proprio nei panni di uno di questi condottieri, avrà inizio la nostra campagna di conquista: in una sorta di scacchiera virtuale, dovremo sistemare le nostre truppe caratterizzate da differenti formazioni di soldati. Dynasty Tactics è, infatti, un gioco di combattimento strategico a turni, in cui l'acume militare la fa da padrone al pari della conoscenza approfondita di ogni elemento a nostra disposizione e degli attacchi da esso eseguibile, che risulterà l'arma determinante per il successo nelle varie missioni.
Dopo un tutorial che si snoda attraverso tre distinti punti e che ci consentirà di prendere confidenza con i diversi comandi, potremo partire con l'avventura. Il gameplay, pur lasciando molta libertà nella scelta delle tattiche da adottare, è inevitabilmente legato, nello sviluppo della trama, alla scelta del condottiero di cui decideremo di vestire i panni, e al raggiungimento degli obiettivi legati a questa scelta (conquistare un dato territorio, assassinare un generale nemico, o semplicemente annientare l'esercito avversario…). Non solo, ma saremo condizionati anche da precisi limiti temporali, che ci costringeranno ad essere tempestivi nelle nostre scelte, pena la sconfitta.
Come in una sorta di gioco degli scacchi moderno, due saranno le componenti fondamentali: lo spostamento e il posizionamento delle nostre truppe e la tattica in fase di attacco. Per ciò che concerne il primo punto saremo influenzati in primis dal tipo di terreno in cui schiereremo le nostre forze, mentre per il secondo determinante sarà il comandante. Ogni condottiero, infatti, possiede una serie di Tattiche speciali (tra le diverse 90 disponibili) che possono essere combinate tra loro, dando così vita a micidiali Combo, o a tremendi attacchi a catena, capaci di annientare il nostro nemico. Questa nuovo sistema denominato Tactical Chain<7b>, con cui sferrare attacchi multipli in un unico turno di gioco, è forse uno degli aspetti più interessanti del titolo e quello che sicuramente influenza di più l'esito finale degli attacchi, sui quali non si ha nessun altro tipo di controllo. Una volta impartiti i comandi, infatti, non si potrà far altro che assistere ai combattimenti, che avverranno in modo automatico, e fare l'inventario dei punti ferita che avremo inflitto al nostro avversario.
Dal punto di vista della grafica e del sonoro Dynasty Tactics si pone in una posizione intermedia; il livello di dettaglio è abbastanza alto rispetto agli standard abituali per uno strategico, con un'ottima riproduzione dell'abbigliamento e delle armi dei guerrieri, così come sono buone le brevi animazioni d'intermezzo, che esaltano l'esecuzione delle tecniche di guerra, ma l'audio pur avendo un carattere epico che ben si adatta al titolo, si adagia su piccoli brani un po'ripetitivi. Molto valida, invece, la voce narrante in inglese, di qualità cinematografica e nobilitata dal Dolby Sourround. Ottima, infine, la longevità: oltre alle quattro diverse campagne affrontabili con i quattro condottieri disponibili (tra cui anche Lu Bu, il guerriero più forte dei Tre Regni), si potrà anche duellare contro un amico in un testa a testa tutto umano.

Pro

Replay-value elevato Buona giocabilità. Gli intermezzi animati che esaltano l'esecuzione delle tecniche di guerra. Buona l'intelligenza artificiale degli avversari. Le innumerevoli combinazioni di attacco e di strategia.

Contro

Nulla di rilevante.

screenshots

Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!