Home  >  Gameboy Advance  >  Crash Bandicoot XS  >  Recensione
Condividi su Facebook

Crash Bandicoot XS

Gameboy Advance Genere: Platform Game
Distributore: Leader
Anno: 2002
Prezzo: € 59,99

  • Piattaforme Gameboy Advance - Crash Bandicoot XS 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 59,99
  • Linguan.d.
  • Anno 2002
  • Supporto On-Linen.d.
  • MultiplayerSi
  • Distributore Leader
  • Produttore Universal Vivendi Interactive
  • Valutazione PEGI adatto a TUTTI
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Crash Bandicoot XS Gameboy Advance 90
Durata durata Crash Bandicoot XS Gameboy Advance 92
Audio Crash Bandicoot XS Gameboy Advance 94
Video video Crash Bandicoot XS Gameboy Advance 89
Confezione Crash Bandicoot XS Gameboy Advance 88
TOTALE: OTTIMO  91


di Camillo Morganti - 18/04/2002

Praticamente chiunque abbia mai giocato con una Playstation conosce il personaggio Crash Bandicoot. Per quei pochi che non lo conoscono, diciamo che si tratta di un simpaticissimo marsupiale (una via di mezzo tra Pippo della Disney e Taz della Warner) a pelo rosso, con la duplice attitudine di saltare e sfasciare ciò che lo circonda (girando su sé stesso turbinosamente, proprio come il diavoletto di Tasmania della Looney Tunes); per lo più sfascia scatole. Il suo alimento preferito sono i frutti Wumpa (una sorta di incrocio tra pesca e mela). Crash ha ovviamente una nemesi, ossia un arcinemico. Si tratta del professor Neo Cortex, una sorta di energumeno che rientra nel classico stereotipo dello scienziato pazzo e che - tanto per cambiare - nella vita ha solo due obiettivi: conquistare il mondo e distruggere Crash. In quest'ultima avventura per la piccola console portatile di casa Nintendo, Cortex ha rimpicciolito il mondo, riducendolo a una sorta di arancia. La macchina con cui ha realizzato il suo folle piano, però, ha un punto debole: per funzionare ha bisogno di un particolare tipo di cristalli rosa e Crash, paladino buono della situazione, ha ovviamente deciso di recuperarli per mandare a monte le macchinazioni del folle scienziato. Queste le premesse; il gioco, poi, è il classico platform che risulterà molto familiare a chi abbia mai giocato uno dei titoli della serie (o anche a chi abbia mai giocato a un platform, in generale): nessuna particolare innovazione, ma tanto divertimento garantito, in primo luogo perché personaggi, ambientazioni e situazioni in genere sono veramente divertenti, in secondo luogo perché, oltre a risolvere i vari livelli (una trentina circa) per arrivare a scontrarsi con i boss e - infine - salvare la terra, il giocatore potrà rigiocare i quadri già superati per raccogliere bonus particolari (gemme colorate, disponibili se si sfasciano tutte le casse di un livello, e reliquie ankh, disponibili se si battono i tempi record di ogni livello), che - ovviamente - dovrebbero aprire nuove possibilità di gioco e quindi aumentare notevolmente la longevità del prodotto. Un altro punto di forza del titolo è senz'altro la musica, che esalta le capacità del Gameboy Advance e che non è mai ripetitiva, perché cambia praticamente ad ogni livello, adeguandosi alle varie situazioni di gioco (es.: diventa frenetica, quando siete inseguiti dall'orso polare). Per il resto il titolo è praticamente perfetto e, con "Paperino Adv@nce" e "Wario Land 4" è uno dei migliori platform che ci sia capitato di giocare sulla piccola console di casa Nintendo; se state cercando qualcosa di valido e avete qualche soldarello da investire, insomma, compratelo a occhi chiusi.

Pro

Musica eccezionale, che esalta le qualità della console portatile di casa Nintendo; ottima longevità e grande giocabilità. Il personaggio non ha perso nulla del suo smalto anche se ora è gestito da una softwarehouse diversa.

Contro

La grafica, pur ottima e al di sopra della media, non è al top e ogni tanto sembra un po' "impastata".

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!