Home  >  Xbox 360  >  Call of Duty 3  >  Recensione
Condividi su Facebook

Call of Duty 3

Xbox 360 Genere: Sparatutto
Distributore: Activision
Anno: 2006
Prezzo: € 64,9

  • Piattaforme Xbox 360 - Call of Duty 3 
  • Data di uscita 10/11/2006
  • Prezzo € 64,9
  • LinguaCompletamente in italiano
  • Anno 2006
  • Supporto On-LineSi
  • MultiplayerSi
  • Distributore Activision
  • Produttore Treyarch
  • Valutazione PEGI adatto a 16+
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Call of Duty 3 Xbox 360 90
Durata durata Call of Duty 3 Xbox 360 87
Audio Call of Duty 3 Xbox 360 95
Video video Call of Duty 3 Xbox 360 93
Confezione Call of Duty 3 Xbox 360 88
TOTALE: OTTIMO  91


di Davide Bartoccelli - 15/12/2006

Call of duty 3 di Activision è uno sparatutto in prima persona che catapulta il giocatore direttamente nel vivo delle fasi più concitate della Seconda Guerra Mondiale, offrendo la possibilità di sconfiggere la macchina da guerra del Reich nazista.

La trama si concentra sulle fasi finali del conflitto, periodo che va dallo sbarco in Normandia alla conquista di Parigi, e garantisce un accurato grado di fedeltà storica, sia per quanto riguarda le location, le armi e i mezzi presenti, sia a livello di cronologia degli eventi e veridicità delle battaglie rappresentate.

Inoltre, per i meno preparati, si alternano spesso scene filmiche in stile documentario storico, che descrivono minuziosamente gli eventi che stiamo vivendo. Nel titolo s'indosseranno i panni di quattro soldati semplici delle fazioni alleate, appoggiati di volta in volta da una truppa di dimensioni variabili: l'immancabile americano, il britannico, il canadese e un inedito polacco.

Parlando di Call of Duty 3 non si può prescindere dal menzionare il comparto grafico di altissimo livello: il pathos è sempre assicurato da una spettacolare definizione delle truppe in campo, unita a una ricostruzione fotorealistica degli ambienti naturali e una resa delle condizioni atmosferiche mai vista prima. Anche l'audio è un perno su cui ruota l'esperienza videoludica, in quanto contribuisce fortemente all'immedesimazione e al coinvolgimento emotivo: dal primo proiettile in poi il fischio di sottofondo dei colpi e delle esplosioni si avvertirà con intensità molto diverse a seconda della lontananza della bocca da fuoco, suggerendo la giusta direzione da cui proteggersi le spalle.

Nei suggestivi campi di battaglia, per lo più semi-distrutti, la sensazione generale è quella che si può immaginare nelle guerre di trincea: una carneficina ininterrotta fatta di piccoli avanzamenti sotto fuoco di copertura amico, da effettuare con grande cautela, se non si hanno intenzioni suicide.

Le novità apportate rispetto alla precedente episodio, molto sostanziose, regalano comunque alcuni diversivi al ritmo frenetico del classico nasconditi-e-spara a cui si è continuamente sottoposti dall'intensità delle sparatorie.

Il salto di qualità più evidente è la possibilità di guidare alcuni mezzi bellici, visto che in determinati casi l'uso di moto, jeep, carri armati e piccole barchette sarà necessario per destreggiarsi al meglio. Inoltre bisognerà evitare di incappare nel cosiddetto fuoco amico, che talvolta comporterà il fallimento della missione in corso. Fondamentale, poi imparare a rimandare indietro le granate che ci arriveranno addosso come pioggia, con una repentina serie di comandi e utilizzare saggiamente il nuovo scontro corpo a corpo, indispensabile negli ambienti chiusi.

La mancanza di un sistema per impartire ordini alla propria truppa, come "arretrare" o "avanzare", potrebbe talvolta bloccare l'azione, ma si deve riconoscere come l'intelligenza artificiale degli alleati che ci accompagneranno nell'offensiva sia quasi imbarazzante, nel senso che, ai livelli di difficoltà più facili, spesso basterà nascondersi in una posizione con copertura ottimale e godersi i propri compagni che avanzano autonomamente con ottimo affiatamento e ferocia inaudita.

La modalità multiplayer online, vero fiore all'occhiello della serie, è stata ulteriormente ottimizzata grazie alla possibilità di muoversi nelle distesissime mappe apposite con i vari mezzi di locomozione presenti. A parte le classiche modalità deathmatch, quartieri e cattura la bandiera, è stata inserita un'inedita sfida War, in cui si deve occupare una predeterminata zona di guerra e poi difenderla a denti stretti per il tempo più lungo possibile dall'attacco degli avversari. I soldati selezionabili, tutti con abilità e armi specifiche, sono ben sette: all'utente il compito di scegliere se schierarsi tra i 'buoni' o tra i 'cattivi'.

Pro

Grafica fotorealistica ed effetti sonori di stampo cinematografico.

Multiplayer migliorato, con diverse modalità fino a 24 giocatori.

Coinvolgimento emotivo e azione sempre frenetica.

Fedeltà storica e ambientazioni reali.

Contro

Limitata libertà d'azione. Troppi passaggi obbligati.

Mancanza di un sistema di gestione della propria truppa.

Frequenti difficoltà di movimento negli spazi angusti.

Campagna singola poco longeva.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!