Home  >  PC Windows  >  CSI: Omicidio in 3 dimensioni  >  Recensione
Condividi su Facebook

CSI: Omicidio in 3 dimensioni

PC Windows Genere: Adventure
Distributore: Ubisoft
Anno: 2006
Prezzo: € 29,9

  • Piattaforme PC Windows - CSI Omicidio in 3 dimensioni 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 29,9
  • LinguaMultilingue (italiano solo testo a schermo)
  • Anno 2006
  • Supporto On-Linen.d.
  • Multiplayern.d.
  • Distributore Ubisoft
  • Produttore Telltale Games
  • Valutazione PEGI adatto a 16+
  • Requisiti Hardware Windows 98/ME/2000/XP; Processore da 1 GHz (2 GHz se scheda video senza supporto T&L); 256 MB di RAM; 1,4 GB di spazio su disco; Scheda video da 64 MB di VRAM compatibile DirectX 8.1; Scheda Audio DirectX compatibile; lettore DVD ROM
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità CSI Omicidio in 3 dimensioni PC Windows 85
Durata durata CSI Omicidio in 3 dimensioni PC Windows 85
Audio CSI Omicidio in 3 dimensioni PC Windows 78
Video video CSI Omicidio in 3 dimensioni PC Windows 85
Confezione CSI Omicidio in 3 dimensioni PC Windows 75
TOTALE: DISCRETO  82


di Camillo Morganti - 20/06/2006

CSI è diventato ormai un vero e proprio fenomeno di massa, tanto che sono ormai 3 le metropoli americane (Las Vegas, Miami e New York) immortalate da serie televisive che hanno per protagonisti squadre della polizia scientifica e non è improbabile che presto o tardi se ne aggiunga qualcun'altra (Los Angeles? Chicago? Dallas? Washington?). Questo successo non poteva non traslarsi, come ormai sempre più spesso accade, anche nell'universo videoludico: i titoli dedicati a questo franchise sono infatti ormai numerosi (siamo intorno alla mezza dozzina), l'ultimo della serie introduce la piacevole novità della terza dimensione, come il titolo stesso lascia intuire. Il motore grafico è in effetti il più grosso elemento di innovazione introdotto da questo episodio e per altro in termini di gameplay la cosa lascia un po' il tempo che trova, visto che non cambia quasi nulla. Non aspettatevi infatti di poter scorrazzare liberamente per gli ambienti i gioco (le scene del crimine virtuali e i vari laboratori), non potrete farlo. Il vostro orizzonte è sempre limitato in ogni scena, come nella più classica delle avventure "punta-e-clicca". E in effetti è proprio questo il meccanismo: 1) visitare lascena del crimine e cliccare tutto il possibile alla ricerca di indizi, 2) interrogare i testimoni, 3) analizzare le prove in laboratorio e chiedere i pareri dei collaboratori (medico legale, polizia, colleghi), 4) sbloccare nuove aree e nuovi indizi, 5) ricominciare la trafila dal punto 1. Come nelle avventure "punta-e-clicca", quando spostate il cursore su qualche zona sensibile (in inglese "hot spot") questa diventa di norma verde, a segnalarvi che c'è qualcosa da fare, a quel punto si apre la vostra utilissima borsa delle attrezzature, con l'oggetto da impiegare (luminol, pinzette, tamponi, macchina fotografica…) già evidenziato in verde. Comodo no? Molto comodo, se non fosse per il fatto che ogni tanto le zone sensibili sono difettose e non si attivano al primo colpo. Comunque il gioco è fatto in modo tale da permettervi di recuperare gli indizi persi in un secondo momento; per esempio: se non raccogliete un filamento sulla scena del crimine la potete sempre recuperare dal tavolo dell'obitorio. Se il tutto vi sembra un po' troppo "lineare" è perché lo è; CSI 3D è un titolo assolutamente sequenziale: il passo 1 viene sempre obbligatoriamente prima del passo 2, o non andate avanti. Per fortuna, se vi bloccate potete sempre chiedere aiuto al vostro collega di turno, certo, la vostra valutazione finale scenderà un po' (nella finzione siete una recluta che deve dimostrare il proprio valore a Grissom per diventare effettivo), ma a nessuno piace rimanere incastrato senza il minimo indizio e poi potete sempre ri-giocare i casi già risolti, tentando una performance migliore. Tra le cose più simpatiche del gameplay c'è sicuramente la cosiddetta "trinità delle prove", che vi consente di visualizzare, in modo grafico le prove e gli indizi che avete raccolto su vittima, scena del crimine e sospetti, mettendo questi ultimi in una sorta di relazione gerarchica. Tra le cose che invece decisamente non vanno c'è la mancata localizzazione: d'accordo che tradurre i giochi costa, ma l'effeto che avrebbe prodotto il doppiaggio originale sarebbe senz'altro valso una decina di euro in più sul prezzo finale.

Pro

Buona la ricostruzione delle atmosfere del telefilm; discreto il motore grafico; numerosi aiuti impediscono di impantanarsi su un singolo indizio mancante.

Contro

Il meccanismo è ripetitivo; il 3D è sfruttato poco: non si può girare dappertutto; alcune volte gli "hot spot" sono difettosi; manca il doppiaggio italiano; mancano alcuni dei personaggi secondari (es.: il vice-patologo; l'esperto di balistica…)

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!