Home  >  XBox  >  Blinx - The time sweeper  >  Recensione
Condividi su Facebook

Blinx - The time sweeper

XBox Genere: Platform Game
Distributore: Microsoft Games
Anno: 2002
Prezzo: € 59,99

  • Piattaforme XBox - Blinx The time sweeper 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 59,99
  • Linguan.d.
  • Anno 2002
  • Supporto On-Linen.d.
  • Multiplayern.d.
  • Distributore Microsoft Games
  • Produttore Artoon
  • Valutazione PEGI adatto a TUTTI
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Blinx The time sweeper XBox 94
Durata durata Blinx The time sweeper XBox 92
Audio Blinx The time sweeper XBox 92
Video video Blinx The time sweeper XBox 99
Confezione Blinx The time sweeper XBox 95
TOTALE: OTTIMO  94


di Camillo Morganti - 29/10/2002

Blinx - The time sweeper è un platform game di nuova generazione sotto molti profili: anzitutto si candida ad essere il miglior platform 3D per la più potente delle console di nuova generazione, la Microsoft Xbox e secondariamente introduce alcune significative varianti al genere, che nascono dall'avere a disposizione un hardware dotato di hard disk.
Ma andiamo con ordine e vediamo anzitutto chi è Blinx: il nostro eroe è un bel gattone rosso e lavora nella Fabbrica del Tempo. La filosofia di quest'istituto è chiara, semplice e terribilmente aderente alla realtà dei fatti: il tempo è il tesoro più prezioso; se utilizzato nel modo corretto può far avverare qualsiasi desiderio, se utilizzato nel modo sbagliato va sprecato per sempre, o - peggio ancora - si tramuta in un mostro. Purtroppo per Blinx e i suoi colleghi, una ganga di farabutti (dalle sembianze maialesche) si è impadronita dei cristalli del tempo del mondo B1Q64, condannandolo al caos; come se non bastasse, alcuni cristalli fuori controllo si sono immancabilmente tramutati in antipatici e deleteri mostriciattoli e per di più i farabutti responsabili di questo macello minacciano anche la principessa del mondo in questione.
Quel che troppo e troppo e quindi - detto, fatto - il prode Blinx parte, armato del suo aspirapolvere, alla volta di B1Q64, per rimettere in sesto le cose.
Partiamo a questo punto con i grandi pregi del titolo che in prima fila vedono una grafica eccezionale (è a tutti gli effetti un film d'animazione in stile Pixar, casa che ha prodotto, tra gli altri, Monsters & Co.) e una giocabilità altissima (bastano pochi minuti per padroneggiare i comandi); l'aspetto più interessante è senz'altro il fatto che il nostro eroe possa manipolare il tempo, per rendere possibile quest'operazione, il gioco registra costantemente gli ultimi dieci, venti secondi di partita su hard disk e, quando viene azionato uno dei comandi temporali a disposizione di Blinx, li riproduce o li manipola come indicato.
Blinx, però, alla partenza non ha a sua disposizione né proiettili, né comandi temporali: come proiettili deve aspirare oggetti di varia natura con il suo aspirapolvere, per poi rispararli addosso ai mostri, per azionare i comandi, invece, deve raccogliere cristalli temporali di tipologie e colore corrispondente all'azione che vuole sbloccare (rewind, fast forward, pausa, registra, moviola), alcuni cristalli (a forma di cuore) servono invece a guadagnare vite extra.
Per il resto la struttura è quella classica del platform 3D, bisogna correre, saltare e schivare, cercando di eliminare tutti i mostri nei 10 minuti di tempo limite assegnati, ogni fine livello si dovrà affrontare un boss unico e particolarmente ostico.
In Microsoft tengono a fare presente che non sono possibili paragoni tra Blinx e Super Mario e hanno ragione; si tratta infatti di due giochi molto differenti, soprattutto alla partenza: in Super Mario Sunshine il giocatore spazia liberamente per un mondo virtuale, cercando di scegliersi degli obiettivi e decidendone ordine e priorità, in Blinx, al contrario, si è obbligati a seguire un certo percorso che è comunque rigidamente sequenziale, sia nell'ordine dei livelli, che nel tragitto da seguire per arrivare in fondo al singolo livello. Casomai il termine di paragone può essere costituito da Crash Bandicoot e preferibilmente nella sua versione Xbox; da questo paragone Blinx esce sicuramente vincente. Quanto alla longevità non c'è da temere: volendo limitarsi ad arrivare in fondo il gioco è abbastanza semplice, ma per sbloccare tutti i bonus e trovare tutte le aree nascoste sarà richiesto molto sforzo, anche ai core gamers.

Pro

Grafica fantascientifica; originalità del concept di gioco; sfrutta l'hardware dell'Xbox molto più della media dei titoli attualmente in circolazione.

Contro

La gestione delle inquadrature non è sempre felice, anche se può essere corretta con l'ausilio dello stick analogico destro. I livelli sono bellissimi, ma limitati, nel senso che alla fine consistono in un percorso da un punto di partenza a uno di arrivo.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!