Home  >  Sony Playstation 2  >  Athens 2004  >  Recensione
Condividi su Facebook

Athens 2004

Sony Playstation 2 Genere: Sport
Distributore: SCEE
Anno: 2004
Prezzo: € 59,99

  • Piattaforme Sony Playstation 2 - Athens 2004 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 59,99
  • LinguaMultilingue
  • Anno 2004
  • Supporto On-Linen.d.
  • MultiplayerSi
  • Distributore SCEE
  • Produttore Eurocom Entertainment
  • Valutazione PEGI adatto a TUTTI
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Athens 2004 Sony Playstation 2 78
Durata durata Athens 2004 Sony Playstation 2 85
Audio Athens 2004 Sony Playstation 2 90
Video video Athens 2004 Sony Playstation 2 95
Confezione Athens 2004 Sony Playstation 2 85
TOTALE: BUONO  87


di Camillo Morganti - 07/07/2004

Sarà che la Grecia, mentre scriviamo questa recensione, ha da poco vinto gli europei di calcio, sarà che ancora non si sa se Totti, sputazzo o non sputazzo, farà parte o meno del team della nazionale olimpica, ma è certo che le olimpiadi di Atene 2004 hanno - almeno per ora - tutti i presupposti per essere una delle edizioni più seguite della storia di questa manifestazione, in Italia e all'estero. Come è giusto che sia, tra l'altro, visto che si tratta di un fenomeno nato proprio nella nazione ellenica. Sony quest'anno è riuscita a sbaragliare la concorrenza (leggi: Electronic Arts) e ad assicurarsi l'esclusiva per il gioco ufficiale dell'evento. Che tipo di prodotto è Athens 2004? Un titolo che può risultare bellissimo e coinvolgente, o mortalmente noioso, a seconda delle aspettative (e delle periferiche) di chi vi gioca. Da videogiocatore della prima ora, che consumò, ai suoi tempi, centinaia di monete da 50 e 100 lire nei primi coin-op, mi aspettavo (e un po' speravo in) una riproposizione in chiave moderna di "Track & Field" di Konami, vecchia gloria arcade in cui per far correre i 100 metri al proprio omino bisognava farsi venire le vesciche sulle mani a furia di far andare avanti e indietro il joystick. Athens 2004 è più o meno così; più o meno perché, per esempio, facendo il paragone proprio sui 100 metri, i comandi sono davvero impossibili se si usa il joypad, visto che bisogna alternare il tasto "X" e il tasto "O", schiacciandoli fino in fondo e, al tempo stesso, usando il tasto "L1" per la partenza e per lo scatto finale. Sembra facile? Provate! Altra cosa fastidiosa è che, mentre in "Track & Field" la musica era sempre la stessa per discipline affini (es.: lancio del giavellotto e salto in lungo, 100 mt., gare a ostacoli e nuoto), qui ogni gioco fa regola a sé (per esempio: il salto in lungo è simile ai 100 mt. come impostazione, il salto in alto sembra invece un livello di un "dance game" alla Space Channel 5). Per fortuna si può far pratica, il problema è che i menu sono organizzati non per disciplina, ma per modalità, il che - tradotto in soldoni - vuol dire che se fate allenamento potete fare solo quello e che per passare alla gara vera e propria dovete risalire di due menu, selezionare la modalità gara, reinserire il vostro nome e scegliere nuovamente la nazionalità e poi, finalmente, cimentarvi nella competizione vera e propria. Il problema è che i menu ci mettono un bel po' a caricarsi; se volete cambiare soltanto disciplina, comunque, va meglio: bisogna risalire soltanto di un menu. Graficamente, il gioco è di indiscutibile qualità, gli sviluppatori (Eurocom) hanno fatto un grande lavoro di motion capture e anche le inquadrature (comunque non controllabili da parte del giocatore) sono di qualità televisiva; gli atleti però non possono essere personalizzati (si può scegliere solo se cimentarsi in gare maschili o femminili). Il titolo cambia comunque faccia se lo si gioca con un tappetino da ballo ("dance mat") di quelli venduti unitamente a titoli come Dance Dance Revolution; i comandi diventano più immediati (es.: per i 100 metri si tratta di correre sul posto) e abbordabili e i risultati che si ottengono sono senz'altro migliori; se poi si gioca in coppia (ma servirebbero due tappetini), la cosa diventa realmente divertente. Ciò detto resta da capire come mai, in un periodo in cui il bundle impazza, Sony non abbia pensato a vendere il gioco unitamente a un tappetino, magari capace di funzionare anche per 2 giocatori. Il prezzo alla fine sarebbe stato superiore, ma il gioco ne avrebbe assolutamente guadagnato. Così com'è si tratta di un prodotto discreto, ma che può attirare solo i fanatici dell'atletica leggera (che in Italia, si sa, non sono proprio numerosissimi...). Ma poi: è verosimile che un fanatico dell'altletica leggera preferisca rimanere chiuso in casa davanti al televisore?

Pro

Sono previste tutte le discipline sportive classiche e tutte le nazioni partecipanti. La grafica è buona. Il lavoro svolto dagli sviluppatori con il motion capture è eccellente. Compatibile con il tappetino da ballo (di cui raccomandiamo l'uso).

Contro

A giocarlo da soli risulta un po' noioso; l'interfaccia non è delle migliori (se si usa il joystick); i tempi di caricamento sono lunghi.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!