Home  >  PC Windows  >  Age of Wonders Shadow Magic  >  Recensione
Condividi su Facebook

Age of Wonders Shadow Magic

PC Windows Genere: Strategico
Distributore: Cidiverte
Anno: 2003
Prezzo: € 32,9

  • Piattaforme PC Windows - Age of Wonders Shadow Magic 
  • Data di uscita n.d.
  • Prezzo € 32,9
  • Linguan.d.
  • Anno 2003
  • Supporto On-LineSi
  • MultiplayerSi
  • Distributore Cidiverte
  • Produttore Take 2 Interactive/GOD Games
  • Valutazione PEGI adatto a TUTTI
  • Requisiti Hardware Pentium II 500 MHz, 64 Mb di Ram, Lettore CD-Rom 8x, Scheda grafica 16 Mb di Ram, Scheda audio compatibile, DirectX 8.0
Share |
I nostri voti:
Giocabilità giocabilità Age of Wonders Shadow Magic PC Windows 95
Durata durata Age of Wonders Shadow Magic PC Windows 100
Audio Age of Wonders Shadow Magic PC Windows 85
Video video Age of Wonders Shadow Magic PC Windows 95
Confezione Age of Wonders Shadow Magic PC Windows 100
TOTALE: IMPERDIBILE  95


di Camillo Morganti - 04/09/2003

Age of Wonders rappresenta senz'ombra di dubbio una delle migliori saghe strategiche che siano mai state concepite nell'universo videoludico e questo per più di un motivo: anzitutto per il fatto che si è chiamati a impersonare un re mago, figura che riesce sempre ad affascinare l'immaginario collettivo, poi per la splendida grafica (in visuale isometrica, alla Diablo), che trasporta il giocatore in un mondo mitologico e all'apparenza incontaminato, brulicante di strane creature, in terzo luogo per la commistione con il genere "gioco di ruolo", che consente di scegliere quali abilità del protagonista e dei suoi eroi sviluppare, e - da ultimo - per il fatto che, svolgendosi l'azione a turni, la strategia pura (ovvero: quali pedine spostare e dove) ha un peso più che notevole, addirittura superiore all'aspetto puramente gestionale (ovvero: quali risorse raccogliere e come utilizzarle). Shadow Magic, terzo e per ora ultimo capitolo della saga, aggiunge al gameplay un mucchio di novità, rispetto al pur già notevole predecessore, e la cosa bella è che sono tutte migliorie segnalate a suo tempo dagli utenti sui vari forum specializzati, oltre ad alcune chicche cui nemmeno i giocatori più ottimisti avevano osato sperare. Qualche esempio? Tre nuove razze (Nomadi, Syroni e Demoni dell'Ombra) e un nuovo piano di gioco (il mondo dell'ombra), dotato di caratteristiche proprie e diverse da quelli precedenti (superficie e sottosuolo), un nuovo tipo di edificio per razza, in grado di produrre nuove unità e di garantire un bonus particolare ai suoi possessori (es.: gli elfi possono costruire il bosco sacro, che fa crescere vegetazione intorno alla città, nascondendola agli occhi dei nemici, e che in più abilita alla produzione di letali "uomini albero"; i nani possono costruire una sorta di cava di pietra che abilita alla produzione di gargoyle e ripara automaticamente i danni inflitti dai nemici alle mura della città, in fase di assedio), nuove macchine da guerra (ad esempio la balestra a ripetzione di fattura elfica), un nuovo editor (in grado, questa volta, di creare anche campagne personalizzate e non semplici mappe personalizzate), una nuova intelligenza artificiale e nuove opzioni di combattimento (manuale, veloce e - nel caso le proprie forze siano soverchianti rispetto a quelle dell'avversario - possibilità di accettare la resa). Inutile dirlo: se già siete dei fan della serie questo gioco sarà per voi una sorta di droga, nel senso che non riuscirete più a smettere di praticarlo, anche perché già da solo è notevolmente longevo, ma se poi aggiungiamo il generatore di mappe casuali, l'editor e il multiplayer online la sua durata diventa a tutti gli effetti infinita. Dal punto di vista della trama i nuovi elementi sopra citati (e in particolare le nuove razze) vengono giustificati dallo sconvolgimento della comunità dei maghi, seguito alle guerre per il dominio narrate nel corso del secondo episodio della serie (Wizard's Throne). Merlino, uscito vincitore, era tuttavia troppo debole per sconfiggere la nuova minaccia dei demoni ombra ed è stato così imprigionato da questi ultimi; la sua essenza psichica, tuttavia, riesce a librarsi per inviare un ultimo avvertimento a tutti i suoi pari: dovranno cooperare, indipendentemente dai loro sentimenti personali gli uni per gli altri, o finiranno per essere spazzati via. Con questo preambolo incomincia la modalità campagna, che - rispetto a Wizard's Throne - offre più libertà di scelta: le missioni complessive rimangono in tutto 16 (15 + 1), ma non sono tutte sequenziali, dal momento che sono divise a gruppi di 3, ciascuno dei quali rappresenta le avventure vissute da un singolo mago; le prime due avventure disponibili sono quelle degli elfi dei boschi e dei nomadi, vincendo quelle si sbloccano, naturalmente, le missioni successive.

Pro

Longevità infinita; editor migliorato; ottima interfaccia; intelligenza artificiale ben bilanciata; bellissimi gli artwork.

Contro

L'audio, quantunque di buona qualità, è forse un po' ripetitivo. Alcuni automatismi andrebbero ancora leggermente limiati, ma fortunatamente lo sviluppatore fornisce patch gratuite sul sito ufficiale.

screenshots

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!