Per il Blu-Ray ampi margini di miglioramento

di Camillo Morganti
Share |

Per il Blu Ray ampi margini di miglioramentomercoledì 7 ottobre 2009 17.32

Il 2010 dovrebbe finalmente essere l'anno della svolta per il nuovo formato home video, questa, almeno è l'opinione del presidente dell'Associazione Blu-Ray Disc Group Italia, Stefano Scauri.

Il passaggio al digitale terrestre, i mondiali di calcio e la voglia di essere tecnologicamente adeguati spigono sempre più italiani all'acquisto di nuovi televisori HD. Attualmente ci sono 10 milioni di famiglie in possesso di schermi adatti all'alta definizione, ma, a parte SKY, che comunque ha solo 4 milioni di abbonati, non ci sono altri modi di godere appieno delle potenzialità di questi magnifici apparecchi. E inevitabile che la gente prima o poi si renda conto di quanta differenza faccia il Blu-ray, soprattutto adesso che il prezzo dei lettori è sceso drasticamente.

Così si è espresso il presidente Scauri nel corso di un'intervista che ci ha cortesemente rilasciato all'inaugurazione del primo Blu-ray Film Festival.

Ma, oltre a un'immagine molto più nitida cos'altro può offrire il formato Blu-ray?

Molti più contenuti speciali, anche se è ovvio che non per tutte le pellicole si possa disporre della stessa quantità di extra, ma soprattutto la possibilità di navigare il film senza interrompere la proiezione, la ricerca picture in picture e soprattutto il BD Live, ovverosia la possibilità di interagire attraverso la rete Internet, partecipando ad appositi eventi a tema di portata mondiale. In effetti Internet ha ormai mutato il nostro modo di fruire i contenuti video e non tutti hanno la pazienza di stare seduti due ore a guardare un film, ma se, oltre a guardare, lo spettatore può prendere parte attiva a quanto sta vedendo, allora il discorso cambia... Ha proseguito Scauri.

Possibile quindi che, proprio in un periodo di crisi, il Blu-ray possa costituire un'importante opportunità di business per le aziende interessate?

Senz'altro. E difficile dire quando il mercato rimpiazzerà definitivamente il vecchio formato DVD, ma è verosimile che questa tendenza abbia iniziato finalmente ad affermarsi. Nel 2009 le vendite di Blu-ray sono triplicate, rispetto all'anno precedente e questo per la maggior parte grazie alla Playstation 3, ora però che i lettori Blu-ray sono realmente alla portata di tutti, dovremmo assistere a una ulteriore accelerazione. Sono convinto che lil raggiungimento della cosiddetta soglia critica non sia troppo in là.

Il Blu-ray potrà aiutare nella lotta alla pirateria?

Indirettamente. Se si tocca con mano la qualità dell'alta definizione è difficile poi tornare indietro. In questo senso il Blu-ray più che mettere un freno al fenomeno della pirateria, la squalificherà ulteriormente agli occhi dei consumatori, rendendola forse un po' meno attraente.

Camillo Morganti

Commenti

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!