L'arcade Metal Slug 3 finalmente su cellulare

di Redazione
Share |

L arcade Metal Slug 3 finalmente su cellularemartedì 7 agosto 2007 13.16

Gli inglesi li definiscono "no-brain", che si potrebbe tradure più o meno come "giochi nati per far staccare il cervello" e sotto questa etichetta ricadono senz'altro molti degli arcade che hanno fatto la storia dei videogiochi.

Stiamo parlando di quei titoli che inizialmente erano disponibili soltanto al bar o in sala giochi e sui quali generazioni di adolescenti hanno speso montagne di monetine (o gettoni).

L'elenco è lungo ed è composto da capolavori come: Street Fighter, Mortal Kombat, Puzzle Bubble, Bomber-Man, giusto per citarne qualcuno a caso.

Tra questi capolavori spiccano senz'altro le produzioni di un'azienda giapponese, la SNK (acronimo di "Shin Nihon Kikaku", cioè "Nuovo Progetto Giapponese"), autrice di arcade come King of Fighters, Fatal Fury, Samurai Shodown e Metal Slug.

Quest'ultima serie è stata di recente riproposta per telefono cellulare in diversi dei suoi capitoli dal publisher I-Play; questo passaggio, del resto, è abbastanza naturale: Metal Slug è graficamente facile da adattare, avendo grafiche interamente 2D (ancorché davvero pregevoli) e nel frattempo è di molto cresciuta la dimensione degli schermi e la potenza grafica dei telefonini.

Il gameplay di Metal Slug, classificabile come sparatutto arcade, è tra l'altro adatto a un utilizzo mobile, dal momento che i livelli sono a scorrimento orizzontale e hanno una durata adattabile al tempo di due/tre fermate di metropolitana.

Nella sua versione originale da bar, Metal Slug è una saga che, partita nell'ormai lontano 1996, ha conosciuto seguiti fino a un anno fa (Metal Slug X risale infatti al 2006).

Attraverso le differenti edizioni, lo scopo è rimasto sempre lo stesso: affrontare da soli un intero esercito avversario, eliminando tutti i nemici e liberando i propri commilitoni in ostaggio, i quali, una volta liberati, ci premiano con bonus letali come bazooka, lanciafiamme, fucili laser e a impulsi, bombe a mano.

All'interno dei vari livelli, oltre agli immancabili boss finali, si aggiungono anche elementi di scenario interattivi che aumentano le difese del protagonista, unitamente alla sue capacità offensive: per esempio si può accedere a un carro armato, a un elicottero da combattimento, o a una postazione dotata di mitragliatrice pesante.

Una nota curiosa: nel primo episodio, quello del '96, ad avvio missione era possibile scegliere tra due soldati, uno dei quali rispondente all'italianissimo nome di Marco Rossi.

Per quanto attiene alla versione per cellulare, I-Play è giunta ormai al terzo episodio e, come nella versione originale, il nemico cambia: non più il perfido Generale Morden, ma addirittura un'invasione aliena in piena regola.

Rispetto al capolavoro originale, la versione mobile si differenzia per il protagonista, che è l'aitante pelatone (barbuto) Sergente Allen e per il fatto che gli alieni sono in scena fin dal primo quadro (nella versione da bar arrivavano un po' oltre), il resto è rimasto inalterato, soprattutto il divertimento.

I comandi sono molto immediati, anche se nelle fasi più concitate del gioco la tastiera di un cellulare può rivelarsi un tantino scomoda, in compenso la longevità è notevole, dal momento che stiamo parlando di un totale di 13 diverse missioni, ambientate in 5 differenti scenari.

Se siete amanti del genere e vi interessa verificare la disponibilità del titolo per il vostro cellulare, potete andare sull'area giochi del sito del vostro operatore (Vodafone, TIM, Wind e Tre), oppure, se preferite un approccio più rapido e diretto selezionare operatore e modello di telefonino posseduto, direttamente dal sito del distributore I-Play, dove tra l'altro troverete riportate le condizioni e costi del servizio.

Redazione

Commenti

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!