Il 3DS aiuterà Nintendo nella lotta alla pirateria

di Camillo Morganti
Share |

Il 3DS aiutera Nintendo nella lotta alla piraterialunedì 12 luglio 2010 18.35

Dopo il grande show-off dell'E3 di Los Angeles tra qualche giorno toccherà anche alla stampa italiana mettere le mani sulla nuova console portatile Nintendo 3DS (non vediamo l'ora!). Intanto oltre oceano ci fanno già sapere che, anche al di là dei risultati di mercato, qualcosa questa rivoluzionaria handheld cambierà di sicuro: la pirateria videoludica.

Nintendo e alcuni partner sviluppatori (leggi: THQ) si sono infatti dichiarati più che convinti che le misure anti-hackeraggio del software predisposte sull'hardware del 3DS riusciranno a dare un colpo durissimo ai clonatori di cartucce, contribuendo così a recuperare buona parte di quel sommerso la cui entità per il 2009/2010 è stata stimata (non si sa bene come) in 41 miliardi di dollari.

A quanto pare sarebbe stata proprio la pirateria a impedire la distribuzione di significativi volumi di giochi, almeno nel caso dei blockbuster. Se il DSi era servito almeno in parte a combattere il fenomeno, a quanto pare il 3DS porterà la lotta "un gradino oltre".

Come? Non si sa. Nintendo è rimasta volutamente vaga in proposito, forse anche per non fornire troppe informazioni al nemico, dichiarando semplicemente che è qualcosa di "molto sofisticato".

Sarà, quel che è certo è che con l'introduzione del 3D i giochi saranno sicuramente più belli, ma costeranno senz'altro di più quanto a sviluppo, quindi sarà bene che Nintendo tuteli in qualche modo gli interessi suoi e di quanti investiranno nella console.

Camillo Morganti

Commenti

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!