Fighting Fantasy: da libri-game a videogames

di Davide Bartoccelli
Share |

Fighting Fantasy da libri game a videogamesmercoledì 6 dicembre 2006 18.38

Fighting Fantasy, la collana di libri-game degli anni'80 portata al successo mondiale dalle penne di Steve Jackson e Ian Livingstone, tornerà al centro dell'arena multimediale.
Sebbene nel tempo siano stati venduti più di 15 milioni di libri (tradotti in 26 lingue) e sia cresciuta una folta comunità di appassionati, era seguito un lungo silenzio alle pionieristiche trasposizioni videoludiche per Commodore 64 e Amstrad del 1984.
In questi giorni è arrivata la conferma ufficiale da parte della società proprietaria del marchio, la Game Workshop, che ha annunciato il prossimo sviluppo di un videogame per le console portatili Nintendo DS e Sony PSP che punta a rinvendire i fasti e l'interattività ipertestuale dei libri-game, gli affascinanti volumetti in cui ogni due o tre pagine si approda a un bivio e si deve decidere il prosieguo della storia scegliendo a quale paragrafo dirigersi.
Secondo gli intenti dei co-fondatori Jackson e Livingstone, i libri-game hanno diversi punti in comune con i giochi di ruolo fantasy e hanno il potenziale per stregare sia i fan di lunga data che i giocatori di nuova generazione

Davide Bartoccelli

Commenti

Gamez.it su Facebook
Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!